Sveva Schiazzano stacca il pass Europeo. Il 16’31” è 15secondi inferiore al tempo d’accesso

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
MArco Veno (in piedi) e Sveva Schiazzano in una fase di riscaldamento a Riccione

MArco Veno (in piedi) e Sveva Schiazzano in una fase di riscaldamento a Riccione

Solo ottime notizie da Riccione per l’alfiere della Ulysse Swimming Sorrento, Sveva Schiazzano.

La giovane classe ’99 nuota un grande 1500metri stile libero e guadagna il pass per gli Euro Juniores.
Aveva aperto tutto il 400stile di martedì mattina.
La Schiazzano, in vasca nella terza batteria del mattino, ha chiuso la propria prova con 4’19”73 in sedicesima piazza assoluta.
L’obiettivo della manifestazione era riuscire a staccare le qualificazioni per la rassegna continentale. Obiettivo centrato grazie al grande feeling e alla presenza costante del tecnico Veno e di tutto lo staff dell’Ulysse Swimming Sorrento.
Nella batteria del mattino del giorno seguente, le notizie da Riccione erano sempre più confortanti. Infatti, la giovane sorrentina riusciva a mettere in riga le dirette avversarie e piazzare un 8’50” che le valeva l’ottavo posto finale su 22 concorrenti in gara.
Questo pomeriggio il diamante.
La Schiazzano migliora il proprio personale d’accesso alla manifestazione, centra il tempo che le vale gli Europei e chiude in quarta piazza il suo campionato italiano nella distanza più lunga.
Un cammino in lento crescendo, quello della giovane costiera in vasca. Partenza lenta, passaggi poco forzati sino a giungere in settima posizione, poi la rimonta.
Agli 850metri stacca la diretta avversaria e arriva in quinta piazza, poi ai 1300metri fulmina anche la più esperta Ponselè e tocca la piastra in 16’31”40. Doveva chiudere il 16’46”, ma la Schiazzano ha deciso di esagerare andando sotto il limite fissato di ben 15 secondi.
15 secondi per un Europeo da protagonista.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!