San Tommaso corsaro al Cerulli (1-3), il Massa si giocherà la salvezza a Castel San Giorgio

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

massa san tommaso foto c
MASSA LUBRENSE – SAN TOMMASO 1-3

Marcatori: 6’ pt Carnicelli (S), 2’ st Cacace (M), 19’ st Ripoli (S), 24’ st Carnicelli rig. (S)

MASSA LUBRENSE (4-4-2) Stinga; Buonomo, Esposito (8’ st Siniscalchi), Di Donna, Apreda; Ambrosio (27’ st Maggino), Altieri, Cacace, Volpe; Arcobelli (13’ st Cannavale), Marino.
A disp: Iaccarino, Fiorentino R., Gargiulo, Breglia.
All: Russo (squal., in panchina Fiorentino P.)

SAN TOMMASO (4-4-1-1) Formisano; Tucci, Schioppa, De Feo, Zimbardi; Ripoli, Di Maio, Porcaro, Saveriano  (44’ st Scandone); Oladapo (40’ st Renna); Carnicelli (34’ st Giannattasio).
A disp: Rizzo, Coluccino, Bergamino, Renza.
All: Silvestro

Arbitro: Castropignano di Ercolano (Sepe/Russo)
Note: Espulso: 23’ st Siniscalchi (M) Ammoniti: Apreda (M), Zimbardi (S), Formisano (S). Angoli: 7-4 San Tommaso. Recupero: 3’ pt, 3’ st. Spettatori: 200 circa

PRIMO TEMPO:

6 – GOL SAN TOMMASO. Ripoli ruba palla a Di Donna e s’ invola verso la porta di Stinga. L’estremo difensore nel tentativo di evitare il dribbling lo atterra. Per il vantaggio la sfera giunge a Carnicelli che insacca a porta vuota
9 – Conclusione con l’esterno di Marino, palla larga
17 – Punizione di Volpe dal lato corto sinistro dell’area di rigore, la sfera termina fuori
18 – Sugli sviluppi di una punizione battuta dalla sinistra da Di Maio, la sfera giunge a Ripoli la cui conclusione è contrata in corner
20 – Ripoli per Oladapo e miracolo di Stinga che di piede mette in corner
23 – Punizione debole di Carnicelli dai 25 metri, blocca facilmente Stinga
35 -Ripoli per Carnicelli, Stinga con l’aiuto di Siniscalchi salva in corner
37 – Punizione di Saveriano, conclusione deviata in corner
41 – Cross di Altieri dalla destra, sponda di Arcobelli e per un soffio Marino non colpisce la sfera
42 – Corner dalla sinistra di Volpe per l’accorrente Altieri che colpisce malamente
45 – Gran girata al volo di Marino su assist di Marino, sfera che termina alta dopo aver toccato la parte superiore della traversa

SECONDO TEMPO:

2 – GOL MASSA LUBRENSE. Punizione dai 25 metri spostata sulla sinistra. Batte Cacace a giro, nessuno interviene e la sfera si insacca sul secondo palo
5 – Marino lancia Arcobelli sul filo del fuorigioco, conclusione di esterno e palla di poco al lato
7 – Salvataggio strepitoso di Buonomo in chiusura su Saveriano
10 – Tiro cross di Oladapo dalla destra che si stampa sulla traversa
16 – Siniscalchi salva su Porcaro, conclusione di Di Maio alta
19 – GOL SAN TOMMASO. Apreda perde palla, ripartenza irpina, Oladapo dalla sinistra serve Ripoli che insacca a porta vuota
24 – GOL SAN TOMMASO. Da un lungo lancio del portiere, buca il centrocampo, Siniscalchi trattiene Carnicelli pronto alla battuta a rete. Rigore e rosso per il difensore costiero. Dal dischetto Carnicelli spiazza Stinga: 1-3
31 – Angolo dalla destra di Carnicelli, girata di Ripoli e palla alta
33 – Cross dalla destra di Ripoli, Stinga miracoloso su Oladapo, poi è Buonomo ad intercettare il secondo tentativo di Oladapo
36 – Cross dalla destra di Marino, incornata di Cannavale e palla larga
38 – Marino premia il taglio in verticale di Cannavale, miracolo di Formisano
42 – Cross di Maggino dalla destra, De Feo salva su Volpe
43 – Cacace conclude dal limite, palla debolmente tra le braccia di Formisano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!