Napoli – Milan si contenderanno il 3° Torneo delle Sirene

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

trofeo torneo giovanissimiSarà Napoli – Milan la finale della 3a edizione del Torneo delle Sirene – Msc Cup.
La kermesse riservata alla categoria Giovanissimi anno 2002 ha visto 16 squadre impegnate nell’arco di una tre giorni fatta di gioco e divertimento per tutti.
Al termine dei giorni di qualificazione Napoli, Milan, Juventus e Sampdoria, come da pronostico, sono approdate ai quarti di finale.
Nelle gare giocate sabato mattina la sorpresa è giunta al terzo match. Il Sant’Aniello Gragnano in rimonta ha avuto la meglio dei liguri giungendo sino alla semifinale.
Nel pomeriggio sono andati in scena i penultimi atti della manifestazione. Prima le finaline tra le terze classificate dei gironi, poi le semifinali. In un classico del calcio professionistico Milan – Juventus, sono stati i rossoneri ad avere la meglio grazie alla marcatura di Bassoli su rigore e Capone in chiusura di secondo tempo.
Sebbene l’avversario non fosse un team professionistico, il Napoli ha sudato le proverbiali sette camicie per avere la meglio sul Sant’Aniello Gragnano. La compagine giallo nera è andata in tre circostanze vicina al vantaggio, ma ha ceduto nella ripresa quando Cioffi, con un tiro a volo all’incrocio, ha aperto il poker partenopeo .
Il raddoppio è avvenuto dopo due minuti ad opera di D’Antonio su una incertezza di Ruocco, poi il tris di Della Pietra, a due dalla fine anche Marrazzo entra nel tabellino dei marcatori con un fendente di sinistro che sibila vicino al palo e termina la corsa in fondo al sacco.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!