Verso Us Scafatese – Massa Lubrense | Antonio Maio: “Puntiamo al terzo posto, senza adagiarci su una salvezza ormai raggiunta”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

maio
Partita importante per il Massa Lubrense, che sabato pomeriggio va a far visita all’Us Scafatese guidata da Antonino Amarante. Far bottino pieno sarebbe fondamentale per continuare la scalata alla zona alta dei play-out, anche se l’avversario è di tutto rispetto. La squadra di Scafati è appaiata al quinto posto con il Montesarchio a quota 37 punti, e vantava un filotto di tutto rispetto prima dello stop allo Stadio Italia. L’obiettivo dichiarato è il terzo posto, anche se quest’anno il ritmo altissimo tenuto da Fc Sorrento e Città di Nocera farà sì che molto probabilmente i play-off saranno pura utopia. Sarà un match che promette spettacolo senza esclusione di colpi.

La tua squadra sta attraversando un buon momento, visto che prima della sconfitta a Sorrento vantava una serie aperta di 8 risultati utili consecutivi (6 vittorie, 2 pareggi) che hanno portato l’Us Scafatese al 5° posto. Organizzazione di gioco e compattezza, questi i segreti principali della tua squadra?

“Esprimiamo un buon calcio, cerchiamo sempre di non buttare via il pallone ed allo stesso tempo riusciamo a difendere in maniera compatta. Venivamo appunto da una lunga serie positiva, e speriamo di riprendere la marcia già a partire da sabato contro il Massa. Non sarà facile perché affronteremo una squadra rognosa, anch’essa in un ottimo momento dopo aver ottenuto risultati importanti come il pari a Sorrento e la vittoria contro l’Ebolitana. I costieri hanno assoluto bisogno di punti, verranno a Scafati per fare risultato, quindi mi aspetto una gara molto impegnativa”.  

Anche sul difficile campo della capolista si è vista una squadra molto organizzata. Nonostante il doppio svantaggio non si è mai disunita, creando alcune occasioni importanti nella seconda metà del primo tempo. La Us Scafatese è rimasta comunque in partita quasi fino alla fine, con il gran gol di Ferrentino e fino all’espulsione di Siano, che di fatto ha chiuso il match.

“Nonostante la grande qualità della squadra rossonera, siamo scesi in campo senza alcun timore reverenziale. Abbiamo cercato di esprimere il nostro gioco, e credo che abbiamo fatto una buona gara tenendo testa a una squadra fortissima come il Fc Sorrento. Poi l’espulsione sul 2-1 ci ha tagliato le gambe, e poco dopo è giunto il gol definitivo che ha chiuso la partita. Siamo comunque soddisfatti, e cercheremo di trarre le cose positive per ripartire con un nuovo filotto già dalla prossima partita”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Stiamo vivendo un campionato davvero anomalo. L’Us Scafatese sarebbe in zona play-off, ma la stagione a parte che stanno facendo Fc Sorrento e Città di Nocera ha portato già a 17 i punti di vantaggio sulla terza in classifica. Appare quindi quasi impossibile che si disputi la fase post-season. A 8 giornate dalla fine, quanto è difficile mantenere alte le motivazioni, e qual è a questo punto l’obiettivo che vi siete posti?

“Ci siamo prefissi l’obiettivo di raggiungere il terzo posto. In un campionato come questo, con due corazzate che stanno facendo un campionato a parte, finire subito dietro Fc Sorrento e Città di Nocera equivarrebbe a una vittoria. Mancano 8 partite, e cercheremo di fare sempre risultato senza mai adagiarci su una salvezza ormai in cassaforte”.

Rendimento importante tra le mura amiche per l’Us Scafatese. In 10 gare, 7 vittorie e soltanto 3 sconfitte contro Fc Sorrento, Ebolitana e Positano. Ovvero 3 delle prime 4 della classifica. Sabato arriva il Massa Lubrense, bisognosa di punti in chiave salvezza. Che tipo di partita ti aspetti?

“Mi aspetto un Massa affamato, aggressivo, che venderà cara la pelle in quanto ha senz’altro maggiori motivazioni rispetto a noi, dal momento che si sta giocando il mantenimento della categoria. Ma sul nostro campo è molto difficile far punti. Noi faremo come sempre la nostra partita, cercando di vincere per avvicinarci al gradino più basso del podio”.

Faro del centrocampo campo in una mediana a 5, ed un pericolo costante sui calci piazzati. È questo il ruolo che esalta al meglio le tue caratteristiche?

“A inizio stagione eravamo partiti in un 4-3-1-2, per cui agivo da vertice basso in un centrocampo a 3. Nel 3-5-2 la posizione è sempre quella, mentre cambiano un po’ quelle dei miei compagni. Questo è il ruolo in cui riesco ad esprimermi al meglio, ricevendo palla e facendo girare la squadra”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!