Il Piano torna a sorridere: a San Giorgio, Cicchiello e De Rosa mettono fine al momento no

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

piano pizzeria lucia3Dopo una serie di cinque sconfitte consecutive, il GSS Piano Pizzeria Lucia torna alla vittoria contro la Fulgor San Giorgio.

La gara inizia con i canarini in avanti, consapevoli di giocarsi una fetta importante di salvezza: la prima occasione da goal è per Cosenza che tira da fuori senza impensierire l’estremo difensore avversario. Al 28’ De Rosa va al tiro, ma lo stesso finisce alto. Al 38’ Cosenza direttamente da calcio piazzato colpisce la traversa. Alla fine dei primi 45’ di gioco, il parziale è di 0-0.

La ripresa inizia su ritmi bassi. Al 73’ la svolta del match: sugli sviluppi di un corner, Prisco batte Alfano di testa e porta in vantaggio i suoi: è 1-0. Il Piano non accusa il colpo e si riversa in avanti e al 79’ Cicchiello pareggia i conti: una mischia in aria, favorisce il difensore carottese che con un pallonetto insacca nel set. Al 83’ De Rosa completa la rimonta: sul corner di Cosenza, l’attaccante stabiese si fa trovare preparato e insacca per il definitivo 1-2.

Al termine dei sei minuti di recupero i canarini vincono la loro quinta gara stagionale e si portano a quota sedici in graduatoria.

Fonte: Area comunicazione GSS Piano Pizzeria Lucia

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!