Massa Lubrense – Ebolitana 2-0 | L’analisi della gara

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

massa ebolitana
Riprende a volare il Massa Lubrense che supera per 2-0 l’Ebolitana, allungando così a 4 la striscia di risultati utili consecutivi dopo 3 pari contro Sant’Antonio Abate, Fc Sorrento e Faiano. Una vittoria, la seconda al Cerulli dopo il 2-1 al Valdiano firmato Vitiello e Maggino, che permette alla compagine costiera di accorciare le distanze rispetto a Valdiano (sconfitto 1-3 sul proprio terreno dal Città di Nocera) e Sant’Antonio Abate (fermato sullo 0-1 dal Montesarchio grazie ad una rete di Liccardi) rendendo sempre più concreta la possibilità di abbandonare quanto prima il penultimo posto in graduatoria.
Le copertine sono tutte per Manuel Cannavale, classe ’97 e autore di una doppietta a coronamento di una giornata da sogno. L’attaccante non giocava titolare dal 10 gennaio: correva la prima giornata di ritorno, in trasferta contro la Scafatese 1922 ed il match terminò con un pareggio a reti inviolate. Subentra contro Valdiano, Castel San Giorgio e Fc Sorrento, mentre resta in panchina nel match casalingo della settimana scorsa contro il Faiano. Giulio Russo decide di affrontare l’Ebolitana in maniera più spregiudicata, con un 4-3-3 con Cannavale punta centrale supportato da Maggino e Marino. Mediana formata da De Stefano davanti alla difesa, con Gargiulo e Vitiello interni. Recupera Esposito e si ricompone la difesa dei titolarissimi, con Di Donna a far coppia con l’ex Herculaneum, Buonomo e Breglia sulle corsie esterne a costituire la cerniera a difesa della porta di Alessandro Stinga. Il mister costiero aveva studiato il match nei minimi dettagli, ed il cambio di sistema tattico era stato pensato proprio per sfondare sulle fasce portando gli attaccanti esterni all’uno contro uno al cospetto dei terzini “under” eburini e creare i presupposti per gli inserimenti senza palla dei sempre pericolosissimi centrocampisti costieri. È del Massa la prima azione degna di nota: fallo di Di Stefano su Breglia, il direttore di gara lascia proseguire per il vantaggio, la sfera è preda di Marino che si accentra e fa partire una conclusione che si spegne al lato. Quindi è Gargiulo, servito da Maggino, a dare l’illusione del gol centrando l’esterno della rete. L’attaccante è in giornata di grazia, come dimostra un assist di rabona per la testa di Cannavale, che però non riesce a dare la giusta forza per impensierire Camara. L’Ebolitana, non a caso terza forza del campionato dopo Fc Sorrento e Città di Nocera, non sta a guardare ed a metà primo tempo si procura un paio di interessanti occasioni da gol grazie alla verve di un Saani molto ispirato. L’attaccante ghanese prima allunga di testa per Compierchio, sul quale salva Esposito R. con un intervento provvidenziale in spaccata, quindi semina il panico sull’out sinistro ma il suo cross è preda di Stinga in uscita. Alla mezz’ora il Massa perde Vitiello per infortunio, sostituito da Altieri. I nerazzurri continuano a pressare e vanno vicini al vantaggio con De Stefano, la cui conclusione dalla distanza è contrata da un difensore in corner. Al minuto 38 l’ennesima giocata polemica, con l’arbitro che annulla per fuorigioco l’inzuccata vincente di Cannavale su cross dalla sinistra di De Stefano. La squadra di Nastri risponde colpo su colpo, vogliosa di giocarsi tutte le proprie carte nonostante una classifica che la vede già a 14 punti dal secondo posto, e sfiora il vantaggio prima con un tiro dalla distanza di A. Esposito, poi con un’insidiosissima inzuccata di Saani su cross dalla destra di A. Esposito che esce di pochissimi alla destra di Stinga.
Il Massa rientra dagli spogliatoi con grinta e determinazione per portare a casa l’intera posta in palio e crea subito alcune occasioni importanti: prima un colpo di testa di Maggino su punizione dalla sinistra di Altieri termina di pochissimo al lato alla sinistra di Camara, poi una gran botta di Breglia dai 30 metri viene bloccata in due tempi dall’estremo difensore eburino. Dopo una ghiotta occasione sprecata da Compierchio su assist di Saani, il Massa trova il meritato vantaggio. Gran palla di Gargiulo che premia il taglio di Maggino, il quale va via prima a D’Agostino, poi a De Falco mettendo una gran palla sul secondo palo che Cannavale deve solo spingere in scivolata a Camara battuto. Passano pochi minuti e Buonomo, autore di un’ottima gara in ciascuna della due fasi, fa partire un tiro-cross che finisce di poco alto sopra la traversa. La reazione degli ospiti produce una debole inzuccata di Saani su assist dalla sinistra di Casimirri che finisce debolmente tra le braccia di Stinga. La squadra di Giulio Russo preme sull’acceleratore per chiudere il match ed evitare rischi inutili. Cannavale beneficia di una torre di Maggino e conclude al volo verso la porta di Camara, ma senza forza. Poco dopo, una splendida azione in velocità sull’asse Altieri-Ambrosio-Maggino è vanificata dall’estremo difensore eburino, che si oppone con la fronte alla conclusione da distanza ravvicinatissima del n°9 costiero. Continua il forcing costiero: calcio piazzato dai 35 metri, Altieri tocca per Breglia e sfera che sfiora l’incrocio dei pali alla sinistra di Camara. L’Ebolitana si fa vedere solo su palla inattiva, con Buonomo molto abile ad ostacolare Landolfi al momento della girata di testa su azione d’angolo, con la sfera che termina al lato. In pieno recupero arriva il raddoppio che mette il punto esclamativo sul match. Punizione dalla destra di Altieri verso l’out opposto, De Stefano approfitta di un’indecisione tra Compierchio e Camara, arriva per primo sul pallone e lo gira verso il centro per l’inzuccata di Cannavale, autore di una doppietta che non dimenticherà facilmente.
La corsa salvezza continua, e la settimana prossima il Massa Lubrense sarà impegnato sul difficile campo dell’Us Scafatese, sconfitto a Sorrento dopo una lunga serie di 8 risultati utili consecutivi. La squadra di Amarante non farà sconti, ed i costieri sono pronti all’ennesima battaglia da combattere con il coltello tra i denti per conquistare punti importanti per attaccare la zona alta dei play-out.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!