La Folgore tiene due set, Ottaviano capolista vince

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

ott-folNon basta la grinta, la forza di volontà e la ferrea determinazione a confrontarsi contro la capolista Gis Ottaviano, la Folgore alza bandiera bianca al termine di tre set.
La compagine di mister Esposito avrebbe in canna anche il colpo per mandare tutto almeno al quarto parziale, ma sul più bello si inceppano le macchine da fuoco dei costieri ed i padroni di casa impattano e superano i bianco verdi.
Tutto si sintetizza nel primo tiratissimo parziale.
La Folgore ci crede e vuole tirare lo sgambetto alla quotata formazione vesuviana. L’inizio è di quelli promettenti. Infatti, al secondo time out tecnico Aprea e compagni si trovano in vantaggio.
Un vantaggio costruito con grande attenzione in difesa e diverse soluzioni in attacco. Punto dopo punto si realizza una mini rimonta che si materializza nel 14-16 della sosta.
Gli ospiti fuggono ancora: Sette mette giù il +3, ma non basta neppure quando Falaschi porta il margine sul 20-23. Basterebbero due punti alla Snav che ne realizza solo uno, mentre subisce la rimonta dei padroni di casa. A quota 24 è tutto a favore di Ottaviano che scappa e sul muro e fuori dei costieri mette il primo sudatissimo parziale in cascina.
Nel secondo set è ancora una rimonta targata Folgore. Al primo time out tecnico c’è un punto da recuperare (8-7). Si ripete il testa a testa. Sul 18-17 in favore dei padroni di casa Libraro chiama tempo.
Sul 20-19 Esposito si gioca la carta Miccio in battuta, ma Ottaviano tiene e chiude 25-20.
Il terzo è la dura presa di coscienza con la forza di Ottaviano che scappa, tiene e chiude con ampio margine set ed incontro.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!