Verso Massa Lubrense – Ebolitana | Giulio Russo: “Sabato ci aspetta una battaglia, ma sappiamo di poter mettere in difficoltà chiunque”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

12644966_1132511693437901_9193377438292863305_n

Il Massa Lubrense viaggia alla media di 1 punto a partita (12 in 12 gare) da quando Giulio Russo siede sulla panchina del Massa Lubrense. Dopo i 2 pareggi consecutivi contro Sant’Antonio Abate e Fc Sorrento, è giunto un nuovo, inatteso segno “X” interno contro il Faiano in un match condizionato anche da una direzione arbitrale alquanto discutibile. Sabato pomeriggio va in scena un nuovo impegno casalingo contro la temibile Ebolitana di Nastri, dove sarà fondamentale far valere il fattore Cerulli. I nerazzurri, tra le mura amiche, sono imbattuti dal 14 novembre (0-1 contro il San Vito Positano) e sono reduce da 1 vittoria (2-1 al Valdiano) e 4 pari (Palmese, Mariglianese, Sant’Antonio Abate e Faiano) nelle ultime 5 gare. La classifica, però, impone di alzare l’asticella e contro gli eburini sarà fondamentale conquistare l’intera posta in palio.

Sabato scorso il Massa ha ottenuto il 3° pari consecutivo contro il Faiano. Al di là degli episodi arbitrali, la squadra si è espressa a fasi alterne con un buon primo tempo, a cui è seguita una seconda frazione di gara un po’ spenta. Soltanto il gol subito ha dato la scossa e provocato la reazione che ha portato al gol del pari. La pressione di dover far risultato a tutti i costi sta forse condizionando ancora la squadra?

“Nonostante un paio di buone occasioni costruite, non mi è piaciuto il primo tempo della mia squadra perché abbiamo regalato i primi 20 minuti al Faiano rischiando anche di passare in svantaggio. Inoltre ho visto tanta confusione in campo. Poi, a partire da metà primo tempo, i ragazzi hanno iniziato a giocare come volevo io ed abbiamo creato alcune occasioni, tra cui la rete clamorosamente annullata a Maggino per fuorigioco inesistente. La classifica è questa, per cui è inutile costruirsi alibi. Sabato ci aspetta una battaglia contro una squadra fortissima che fino alla settimana scorsa lottava per i play-off e che di certo non ci regalerà nulla. Faremo la nostra partita, mantenendo alta la concentrazione perché abbiamo assoluta necessità dei 3 punti”.

Sabato seconda gara interna consecutiva contro l’Ebolitana. Squadra dai valori tecnici importanti, ma che con 14 punti da Fc Sorrento e Città di Nocera potrebbe già aver detto addio alle ambizioni play-off. Le maggiori motivazioni del Massa potrebbero fare la differenza.

“Le motivazioni devono essere sempre altissime perché abbiamo un obiettivo importante da raggiungere che non può essere fallito. Era prevedibile che Fc Sorrento e Città di Nocera avrebbero fatto un campionato a sé, per cui non possiamo farci condizionare dalle ambizioni più o meno sopite dei nostri avversari. Sarà fondamentale che la squadra scenda in campo pensando soltanto alla partita, perché in questo modo abbiamo dimostrato di poter mettere in difficoltà chiunque. I risultati, d’altra parte, parlano chiaro”.

Opportunità importante per sfruttare un momento non proprio esaltante degli eburini. 5 punti ottenuti nelle ultime 4 uscite ed una vittoria lontano dal Dirceu che manca da più di un mese. Tante, inoltre, le reti incassate dall’Ebolitana nei primi 45 minuti di gara. Sarà fondamentale, quindi, imporre fin da subito il proprio gioco. 

“Ogni partita ha una storia a sé e le statistiche son fatte anche per essere smentite. Il nostro approccio deve essere quello di scendere in campo con il coltello tra i denti dal primo all’ultimo minuto e lottando su ogni pallone come fosse l’ultimo. Le partite sono sempre meno e ci resta, purtroppo, sempre qualche rammarico. Dobbiamo giocare al 101% per tutta la gara in modo tale da non avere alcun tipo di rimpianto, a prescindere dal risultato. Poi, se gli avversari saranno stati più bravi, gli stringeremo la mano e passeremo alla partita successiva”

Quanto rammarico c’è per non aver sfruttato un calendario favorevole che avrebbe potuto proiettare il Massa in una situazione di classifica più tranquilla?

“La colpa è soltanto mia. Mi assumo tutte le responsabilità e sono pronto a metterci la faccia come ho sempre fatto. I ragazzi devono solo pensare a lavorare tranquillamente, e giocare con la mente libera da patemi e preoccupazioni”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!