Verso Massa Lubrense – Faiano | Giulio Russo: “Non possiamo permetterci di steccare, nel nostro stadio dobbiamo fare bottino pieno”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

giulio russo_valdiano
Sotto la gestione Giulio Russo il Massa ha conquistato 11 punti in 11 gare, dando una svolta al proprio campionato e mettendo nei propri radar il Castel San Giorgio distante soltanto 4 punti. La difesa è diventata il valore aggiunto con ben 6 incontri chiusi senza incassare alcuna rete. Dopo 2 pareggi consecutivi contro Sant’Antonio Abate e Fc Sorrento, i nerazzurri si preparano ad affrontare un doppio impegno casalingo  contro Faiano ed Ebolitana dai quali trarre il massimo in termini di punti

Archiviato l’ottimo pareggio sul campo della capolista Fc Sorrento, si torna a giocare davanti al pubblico del Cerulli per affrontare il Faiano: una gara in cui sarà fondamentale conquistare i 3 punti per riprendere la corsa salvezza.

“Non c’è tempo per soffermarsi troppo su un risultato positivo, per quanto importante possa essere. Da martedì è già tutto alle spalle: ho fatto i complimenti ai ragazzi e poi subito testa al match contro il Faiano. Non sarà facile perché i nostri avversari hanno necessità di far punti per raggiungere la quota salvezza, ma noi non possiamo permetterci di steccare. Nel nostro fortino dovremo provare a vincerle tutte, e scenderemo in campo aggressivi e motivati per conquistare l’intera posta in palio”.

Quanto può essere importante sul piano dell’autostima il risultato positivo dello Stadio Italia per il prosieguo del campionato? Se la squadra c’è, batterla è impresa ardua per tutti.

“Sicuramente ci ha dato una grossa spinta sul piano del morale, anche se bisogna essere pratici e la classifica dice che sostanzialmente non è cambiato nulla. Vincere contro il Faiano è una priorità assoluta, per mettere nel mirino il Castel San Giorgio distante 4 punti. A Sorrento i ragazzi hanno fatto una grande gara per quanto riguarda impegno e concentrazione, ma quando giochiamo nel nostro stadio è tutto diverso perché tocca a noi fare la partita ed imporre il gioco sull’avversario di turno. Sabato sarà un’altra prova di maturità importante”.

Si riparte forti della consapevolezza che per gli avversari segnare al Cerulli è ormai un’impresa impossibile. Nelle ultime 4 gare soltanto il Valdiano, con un calcio piazzato di Spinelli all’incrocio dei pali, è riuscito a battere Alessandro Stinga.

“Non prendere gol è sicuramente un grosso vantaggio, soprattutto per una squadra come la nostra che lotta per la salvezza. Allo stesso tempo è necessario però sbloccarci in fase offensiva perché in questa fase del campionato anche un pari per 0-0 è come una mezza sconfitta. Dobbiamo essere più cattivi sotto porta, in settimana abbiamo lavorato tanto su questo aspetto e speriamo di raccogliere i frutti contro il Faiano”.

Il Faiano è squadra ostica e ben organizzata, anche se in trasferta non ha un rendimento eccellente: 3 sconfitte consecutive, ultima vittoria risalente addirittura al 22 novembre a Scafati. Non va a segno addirittura da inizio dicembre, quando il match tra Valdiano e Faiano terminò sul 3-3. Sembra probabilmente il miglior momento per affrontare la squadra del miste Turco.

“Conosco molto bene il Faiano avendolo visto giocare diverse volte nel corso di questa stagione. Ha una società solida che fa calcio rispettando i propri limiti di bilancio senza mai sforarli. Può contare su un allenatore di categoria come Carmine Turco, che è solito giocare con una difesa a 3 ed utilizzare la tattica del fuorigioco in maniera precisa e puntuale. È una squadra da prendere con le molle, che dispone di calciatori importanti quali Calabrese, Grieco, Nunziata, Di Giacomo e Senatore. Tuttavia, se scendiamo in campo con tanta grinta e cattiveria agonistica, sono certo che riusciremo a conquistare un risultato positivo”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!