Speciale derby Piano – Real Vico, le società| Starace: “Il derby è una gara speciale. Sacrificio e sudore per mantenere la categoria”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
(Benito Starace, dg del Piano Pizzeria Lucia)

(Benito Starace, dg del Piano Pizzeria Lucia)

E’ di nuovo tempo di derby in penisola sorrentina. Domenica pomeriggio, con calcio d’inizio fissato per le ore 15.00, allo stadio “Marcellino Cerulli” di Massa Lubrense, Piano Pizzeria Lucia e Real Vico Equense si sfideranno nella gara valida per la diciottesima giornata del girone C del campionato di Prima Categoria. Un derby dalle mille emozioni e sfaccettature che, nonostante il girone di ritorno sia appena iniziato, rappresenta comunque un crocevia importante per entrambe le compagine: in casa carottese, infatti, urge cambiare decisamente marcia per tirarsi fuori dalla zona calda dei play – out; per gli azzurro – oro, invece, l’imperativo è quello di continuare la striscia di nove risultati utili consecutivi che ha permesso agli uomini di mister Spano di raggiungere il quarto posto in classifica dopo un inizio di campionato con il freno a mano tirato.

Per analizzare al meglio la situazione in casa Piano, abbiamo intervistato il giovane direttore generale dei canarini, Benito Starace.

Un girone fa il Piano, neo promosso e alla prima nella nuova serie, sbancò il “Comunale” di Massaquano, grazie ad una performance perfetta. Il proseguo del campionato non si è rivelato alquanto roseo ed uniforme. Anzi, il cammino dei canarini è stato altalenante, fino a giungere in piena zona play out. Come si sta approcciando la squadra a questa sfida così importante?

Ricordo ancora con grande emozione la sfida al “Comunale” l’emozione del salto di categoria, l’ansia pre-derby, la voglia di sorprendere, spostò l’ago della bilancia dalla nostra parte, con un netto 0-3 e un po’ di fortuna portammo a Piano i primi tre punti stagionali. La nostra stagione è stata ricca di alti e bassi, ma l’obiettivo è sempre stato quello della salvezza, preferibilmente diretta. Abbiamo cambiato molto, partendo dagli uomini, causa svariati motivi, ma la voglia di far bene c’è sempre, non andrà mai via.

Il Vico rispetto la sfida di andata ha subito un crescendo, infatti si trova ora nelle zone alte della classifica. Cosa temi maggiormente di questa sfida?

“Sapevamo tutti che il Vico si sarebbe ripreso, peccato che l’abbia fatto tardi altrimenti ora sarebbe stato in lizza per il titolo. Loro contano su un allenatore di lusso per la categoria, molto valido e che sa trovare gli giusti stimoli per fare bene. Se c’è qualcosa che temo è proprio la voglia di riscatto dopo la sconfitta dell’andata”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Rispetto al match giocato al “Comunale” di Massaquano, la squadra vicana ha operato una rivoluzione a livello di organico durante il mercato di riparazione. Qualora potessi, quali dei calciatori attualmente nella loro rosa toglieresti agli avversari?

“Se dovessi levare qualcuno a Mr Spano toglierei sicuramente Apuzzo, giocatore di esperienza e con piedi da favola. Non capisco la loro rivoluzione, in ragione del fatto che avevano in rosa giocatori di categorie superiori come Aiello che ha militato in Eccellenza fino allo scorso anno insieme a Marcello Ferrara, che conta anche presenze nei professionisti con Solimene, ma sono scelte societarie nelle quali non mi permetto di entrare”.

Anche il Piano ha una vasta e valida rosa. In quale dei tuoi calciatori confidi maggiormente per avere la meglio in questo derby?

“Non confido in nessuno in particolare, bensì sull’unione dei ragazzi per ri-sorprendere l’ambiente, visto che il derby è una partita speciale per tutti”.

A tuo avviso, quali sono le qualità che devono portare gli uomini di mister Iannone – Maresca a mantenere la categoria nel post – season? E quali, invece, devono essere i difetti da limare?

“Sicuramente i ragazzi si devono tirar su le maniche e iniziare a lavorare sul serio, lasciando da parte polemiche ecc. Hanno una responsabilità nei confronti della città, dei tifosi e degli sponsor e devono onorare loro e la maglia. Per mantenere la categoria ci vuole sacrificio e sudore. Lavorare sul gruppo può dare la svolta”.

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!