Speciale derby Piano – Real Vico, le società| Celentano: “Sarà una sfida intensa. Confido in Apuzzo, ma temo Calabrese”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
A sinistra, Vincenzo Celentano. Al centro, Giuseppe Arpino, titolare di Aga Costruzioni, uno degli sponsor dei vicani. A destra, Aniello Guidone, direttore sportivo degli azzurro - oro.

A sinistra, Vincenzo Celentano. Al centro, Giuseppe Arpino, titolare di Aga Costruzioni, uno degli sponsor dei vicani. A destra, Aniello Guidone, direttore sportivo degli azzurro – oro.

E’ di nuovo tempo di derby in penisola sorrentina. Domenica pomeriggio, con calcio d’inizio fissato per le ore 15.00, allo stadio “Marcellino Cerulli” di Massa Lubrense, Piano Pizzeria Lucia e Real Vico Equense si sfideranno nella gara valida per la diciottesima giornata del girone C del campionato di Prima Categoria. Un derby dalle mille emozioni e sfaccettature che, nonostante il girone di ritorno sia appena iniziato, rappresenta comunque un crocevia importante per entrambe le compagine: in casa carottese, infatti, urge cambiare decisamente marcia per tirarsi fuori dalla zona calda dei play – out; per gli azzurro – oro, invece, l’imperativo è quello di continuare la striscia di nove risultati utili consecutivi che ha permesso agli uomini di mister Spano di raggiungere il quarto posto in classifica dopo un inizio di campionato con il freno a mano tirato.

Per analizzare al meglio la situazione in casa Real Vico, abbiamo intervistato Vincenzo Celentano, giovanissimo addetto stampa della società vicana e redattore di www.footballweb.it.

Un girone fa il Real Vico subì una sconfitta dura ed inaspettata tra le mura amiche che sembrava presagire un campionato anonimo. Col tempo, la squadra ha cambiato marcia e dopo il mercato di dicembre ha preso stabilmente posto nelle zone alte della classifica. Come è cambiato il Real Vico rispetto a quella gara di andata?

All’andata subimmo una sconfitta davvero pesante, con Balduccelli e compagni che sbancarono Massaquano con il risultato di 0-3 ma tirando in porta solo tre volte. Il Real Vico dominò la gara, con gli attaccanti che furono molto imprecisi e sfortunati. Rispetto a quella partita, la squadra di Spano è cambiata molto. Nel mercato di dicembre la rosa è stata rivoluzionata, con tanti addii e, soprattutto, con gli ottimi innesti di giocatori di categoria superiore come Giuliano Apuzzo, Davide Staiano, Gianmaria Fiore e Francesco Maresca. Ora il Real Vico è una squadra affiatata e che gioca anche un buon calcio.

Il Piano è invischiato nella zona play – out e non attraversa un buono stato di forma. Al di là dello stato psico – fisico degli avversari, cosa temi maggiormente di questa sfida?

Temo soprattutto la loro fame di vittoria: essendo in lotta per non retrocedere, i carottesi hanno urgente bisogno di fare punti se non vogliono rischiare di ritornare in Seconda Categoria. Prevedo, quindi, una partita molto intensa e combattuta.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Anche i canarini, rispetto al match giocato al “Comunale” di Massaquano, hanno operato una rivoluzione a livello di organico durante il mercato di riparazione. Qualora potessi, quali dei calciatori attualmente nella loro rosa toglieresti agli avversari?

Sicuramente l’attaccante Giuseppe Calabrese che, tra l’altro, all’andata  segnò il gol dell’1-0: è un giocatore molto valido, che mi destò un’ottima impressione.

Il Real Vico possiede una rosa di qualità forse superiore alla media del girone, disponendo di tanti giocatori che in passato hanno disputato campionati di categoria superiore. In quale di loro confidi maggiormente per avere la meglio in questo derby?

Senza dubbio in Giuliano Apuzzo, un centrocampista di grande esperienza che difficilmente sbaglia un passaggio o un lancio, insomma un giocatore che potrebbe giocare senza problemi in Eccellenza. Inoltre, è un leader sia in campo che fuori.

Attualmente la classifica vede il Real Vico in piena zona play – off, ma il risicato distacco da chi vi succede in graduatoria lascia presagire un prosieguo di campionato sicuramente complicato per raggiungere l’obiettivo minimo di questa stagione. A tuo avviso, quali sono le qualità che devono portare gli uomini di mister Spano a giocarsi la promozione nel post – season? E quali, invece, devono essere i difetti da limare?

La lotta per accaparrarsi un posto nei play-off sarà una vera e propria battaglia. Virtus Ottaviano, Mari, Sanità e Virtus Sant’Antonio Abate sono dietro di noi solo di qualche punto e quindi gli uomini di Spano dovranno essere impeccabili per tutto il girone di ritorno. Ma anche il San Pietro Napoli è lì a cinque punti di distanza, quindi tutto può succedere. Credo che l’unico difetto di questa squadra sia la poca cattiveria sotto porta. Molte partite, specialmente con Sporting Campania e Sanità, sono finite in parità con i vicani che hanno sprecato tante occasioni da gol.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!