Fc Sorrento – Massa Lubrense 0-0 | L’analisi della gara

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

fcmassa_Finisce in parità la sfida tra Davide e Golia nel derby della Penisola che metteva di fronte due squadre con ambizioni e budget diametralmente opposti. Da un lato la corazzata Fc Sorrento, che può annoverare tra le proprie fila tanti calciatori di categoria superiore per puntare alla Serie D. Vanin, Scarpa e Vitale su tutti, un attacco atomico da 51 reti in stagione ed un rendimento interno impressionante: 9 vittorie su 9 con 30 reti fatte e soltanto 3 subite, l’ultima risalente al lontanissimo 13 dicembre quando Porcaro mise a segno il gol dell’inutile 4-2 con il quale il San Tommaso uscì sconfitto dallo Stadio Italia. A rendere ancora più ardua l’impresa, il momento positivo della squadra di Ferraro, reduce da 6 successi di fila contro San Tommaso, Scafatese 1922, Valdiano, Castel San Giorgio, Sant’Antonio Abate e Faiano.
Dall’altro il Massa Lubrense guidato sapientemente da Giulio Russo, chiamato a traghettare la barca verso lidi tranquilli per mantenere la categoria per il 6° anno consecutivo. Onore, orgoglio e voglia di dimostrare che la classifica non rispecchia quanto prodotto settimana dopo settimana sul terreno: queste le armi che i nerazzurri hanno messo in campo per mettere in difficoltà squadre come Città di Nocera e Positano, che avevano dovuto sudare le fatidiche sette camicie per portare a casa l’intera posta in palio. I molossi furono abili a sfruttare due situazioni da palla inattiva con Carotenuto e Scibilia per indirizzare il match di campionato a proprio favore, mentre in Coppa fu 1-1 (Breglia rispose a Iuliano) con i nocerini che passarono il turno in virtù del gol di Ciotti al San Francesco. Con il Positano (big a sorpresa del girone con i suoi 39 punti che valgono il 4° posto) solo il palo, le parate di un Munao in stato di grazia ed un rigore molto dubbio impedirono di conquistare almeno un punto.
Tra i meriti di Giulio Russo vi è quello di aver messo a punto una difesa attenta e solida, con 5 clean sheets in 10 gare, che si è rivelata esattamente la chiave per sovvertire il pronostico che quasi tutti davano nettamente sbilanciato a favore della capolista. Ma il calcio è appassionante anche perché non sa essere una scienza esatta. Tornando al campo, il mister Giovanni Ferraro è costretto a rinunciare agli squalificati Temponi e Gargiulo, sostituiti da De Rosa e dal rientrante Vitale, che va a comporre il trio d’attacco con Scarpa e Del Sorbo. Confermata la linea difensiva con Vanin, Maury, Scognamiglio e De Gregorio a difesa di Santaniello con Serrapica davanti alla difesa e Pasquale Esposito e De Rosa mezzali.
Anche per il Massa Lubrense qualche piccolo cambio, con Giulio Russo che cambia volto alla mediana rinunciando ad Altieri (acciaccato e diffidato) e capitan Vinaccia (inizialmente in panchina) rimpiazzati da Gargiulo e De Stefano con Ambrosio e Vitiello sulle corsie esterne. Difesa che si affida ai collaudatissimi Buonomo, Raffaele Esposito, Di Donna e Breglia a difesa della porta di Stinga, con Marino a supporto di Maggino in attacco.
Il mister nerazzurro riesce ad imbrigliare fin dalle prime battute le bocche di fuoco del Fc Sorrento, che non riescono a creare grosse occasioni degne di nota nella prima frazione di gioco. Di Donna ed Esposito sventano alcune incursioni pericolose di Vitale e Scarpa dando tranquillità a tutta la retroguardia, con gli unici lampi a firma Del Sorbo (su cross di Vanin) e Breglia con un tiro velleitario al termine in un’inarrestabile progressione lungo l’out mancino. La prima frazione di gioco termina sullo 0-0, risultato inedito per il Fc Sorrento che in 8 occasioni su 9 aveva sempre sbloccato la gara nel primo quarto d’ora di gioco, ed è così che il Massa Lubrense inizia davvero a credere nell’impresa. Il secondo tempo prosegue sulla falsariga del primo, con il Massa che forma due linee molto strette e compatte, con Vitiello, Gargiulo e De Stefano a lottare su ogni pallone, senza riuscire però a creare i presupposti per colpire in ripartenza, poiché Maggino abbassa il baricentro per aiutare i compagni in copertura. I rossoneri faticano a trovare spazio, con Esposito ed alcune efficaci diagonali di Buonomo che impediscono a Vitale di essere pericoloso negli ultimi metri. Capitan Vinaccia, Cannavale ed Arcobelli entrano per Maggino, Marino e Gargiulo, con l’attaccante torrese che prova a proteggere palla, far salire la squadra e provare a guadagnare metri in attacco. La produzione offensiva della capolista è tutta in un paio di occasioni per Vitale che prima, ben imbeccato da Vanin, calcia debolmente a due passi da Stinga. Poi, servito da un vivace Maxwell (subentrato a Esposito), calcia sull’esterno della rete da posizione defilata.
Al triplice fischio finale è quindi pareggio a reti bianche, con la squadra di Giovanni Ferraro che ha probabilmente sottovalutato il Massa Lubrense, nonostante i campanelli d’allarme suonati nelle precedenti sfide contro Castel San Giorgio e Faiano. Chiusa soltanto al minuto 87 la prima, mentre la seconda è rimasta pericolosamente in bilico nonostante una produzione offensiva importante con innumerevoli opportunità per ridurre al minimo ogni possibile rischio. Questo pari, che consente comunque al Fc Sorrento di mantenere la vetta seppur adesso in coabitazione con il Città di Nocera, dovrà essere da sprone per affrontare la prossima, impegnativa trasferta di Eboli senza fronzoli, in vista di un finale di stagione che si preannuncia incandescente, con un testa a testa  fino all’ultima giornata che vedrà costieri e molossi sfidarsi fino all’ultimo punto. Per i nerazzurri è invece un punto importantissimo che smuove la classifica ma soprattutto il morale di una squadra che chiude il suo 6° match senza subire reti davanti al miglior attacco del girone e preparerà le prossime sfide casalinghe contro Faiano ed Ebolitana, con la massima determinazione per giocarsi, per ora, il miglior piazzamento in chiave play-out in quelle che saranno le prime di 10 importantissime finali in cui è vietato fallire.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!