FC Sorrento – Massa Lubrense 0-0, top & flop rossoneri

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Maxwell Mensah (foto Luigi Penna)

Maxwell Mensah (foto Luigi Penna)

TOP:

LA DIFESA: Troppo leggero l’attacco nerazzurro per impensierire i baluardi a difesa del giovane Santaniello, che chiude per la quinta volta consecutiva senza subire gol. Nella zona centrale, Maury e Scognamiglio  respingono senza affanno i timidi tentativi di Maggino, con il belga che si propone spesso e con ottimi risultati come regista arretrato. Sul lato destro, invece, Vanin ha vita facile con l’ex Marino e può quindi sganciarsi con frequenza, venendo troppo spesso ignorato nonostante l’appoggio frequente. Apprezzabile, come ormai di consueto, anche la prova di De Gregorio, che non soffre mai le accelerazioni di Ambrosio e presidia con tranquillità ed autorevolezza la sua fascia di competenza.

MAXWELL MENSAH: Gettato nella mischia ad inizio ripresa, mette più grinta e cattiveria agonistica lui che tutti i compagni di reparto. Da trequartista destro del 4-2-3-1 disegnato da Ferraro al rientro negli spogliatoi, si muove costantemente con i tempi e negli spazi giusti, favorendo così le sovrapposizioni, mal sfruttate, di Vanin. Proprio grazie ad uno scambio con il brasiliano e ad un movimento perfetto per vie centrali trova il varco giusto nella solida difesa massese e pennella un assist al bacio per Vitale che incredibilmente spreca a due passi da Stinga.

FLOP:

Francesco Vitale (foto Luigi Penna)

Francesco Vitale (foto Luigi Penna)

L’ATTACCO: Pomeriggio da dimenticare sotto tutti i punti di vista per il reparto avanzato rossonero. A partire dal capocannoniere Vitale, il cui evidente ed ingiustificato nervosismo ne influenza la performance già dalla prime battute del primo tempo. La poca concentrazione in zona gol del cecchino rossonero è certificata dalle occasioni clamorosamente divorate nella ripresa: la prima su assist di Maxwell, con un passaggio volante tra le mani dell’incredulo Stinga e la seconda, dopo un ottimo spunto al limite dell’area piccola, in cui calcia sull’esterno della rete a botta quasi sicura. Finisce braccato nella gabbia di Esposito e Di Donna, invece, Del Sorbo: l’ex Cavese fa un gran lavoro spalle alla porta, ma nella sedici metri non riesce mai a rendersi realmente pericoloso. Leggermente migliore, ma comunque non all’altezza dei suoi standard, la prestazione di Scarpa, stranamente impreciso nei soliti suggerimenti dal fondo.

IL CENTROCAMPO: Nella mediocrità generale della partita, anche gli uomini in mediana fanno poco o nulla per raddrizzare la baracca. Le linee strette del Massa ed il pressing asfissiante portato da Vitiello e De Stefano costringono spesso all’errore in fase d’impostazione sia Serrapica che De Rosa, apparsi in netta difficoltà nel ritagliarsi lo spazio giusto per manovrare. Partita di sostanza e nulla più, invece, per Esposito, comunque generoso in fase di non possesso.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!