Basket, Pol.Vico Equense: Settimana da dimenticare!

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

vico equenseSettimana negativa in casa Polisportiva Vico Equense che, dopo un ruolino di marcia impressionante condito da molte vittorie e soddisfazioni come quella della formazione di Prima Divisione che arrivava da quattro vittorie consecutive, vede purtroppo un trittico di sconfitte arrivate in altrettante partite. La prima, domenica 17 gennaio, contro la capolista Ercolano, che si conferma a punteggio pieno nel proprio girone di Prima Divisione, con i ragazzi di Vico che non sono proprio scesi in campo subendo un parziale ad inizio gara che si è poi mantenuto invariato fino a fine partita, terminata con il punteggio di 38-55. Giovedì, invece, è sceso in campo il gruppo UISP impegnato nella sfida di lusso contro la capolista a punteggio pieno del proprio girone. Partita diametralmente opposta rispetto a quella di domenica, con i ragazzi della Polisportiva che fanno e disfano da soli: partono bene inizialmente, arrivando ad imporsi fin da subito con un parziale che li porta su un vantaggio importante di 12 punti, per poi  innervosirsi, a causa di qualche fischio discusso da parte dei direttori di gara, vedendo il vantaggio sfumare all’ultimo possesso, a soli 5 secondi dal termine del match. Ultima gara settimanale, sabato sera a Monteruscello, dove la Polisportiva ritorna se stessa ma solo a tratti. I locali per buona parte della partita fanno ciò che vogliono in fase offensiva, ma quello che preoccupa ancor di più è la fase offensiva con la formazione costiera che mette a referto solamente 44 punti complessivi dimostrando una serata no dal punto di vista realizzativo, con la partita che si decide nelle sue battute finali, con il tabellone che recita, al termine del match, 53-44 per la formazione di casa. Così coach Vitale commenta ed analizza questa piccola serie negativa:“E’ stata una brutta settimana, probabilmente abbiamo pagato la sconfitta con Ercolano. Probabilmente un po’ di delusione è rimasta latente fino alla domenica successiva. Questa settimana deve farci capire che il campionato è lungo ed equilibrato, sta solo a noi ritrovarci e ripartire con il piede giusto. Sotto questo punto di vista siamo fortunati che domenica riposiamo in maniera tale da poter lavorare con calma per poter ripartire tutti assieme.”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!