Verso Mariglianese – Positano, Guarracino: “Sarà una gara ostica, da affrontare con spensieratezza e coesione di gruppo”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Antonio Guarracino in compagnia dei presidenti Raffaele Casola e Alessandro Cecchi Paone (foto D'Esposito)

Antonio Guarracino in compagnia dei presidenti Raffaele Casola e Alessandro Cecchi Paone (foto D’Esposito)

Vigilia di campionato per il San Vito Positano, atteso dall’ostica sfida, in programma domenica alle 14.30 al “Comunale” di Brusciano, contro la Mariglianese, ottava forza del campionato, in costante ascesa dopo un inizio di campionato non esaltante. Per Antonio Guarracino, tecnico dei giallorossi, si presenta quindi l’occasione per testare le potenzialità della sua squadra in vista di un girone di ritorno in cui Ciro Porzio e compagni sono chiamati a rincorrere il sogno neanche troppo lontano chiamato play – off.

I tre punti ottenuti contro il Sorrento calcio hanno permesso alla squadra di riacquisire quel pizzico di serenità persa dopo i due ko consecutivi contro Città di Nocera e Palmese. Resta da invertire il trend innescato nella ripresa della trasferta di Sarno e continuato nella sfida casalinga contro i rossoneri quando, dopo l’intervallo, il San Vito Positano è parso aver perso brillantezza ed intensità. Sei preoccupato da questo calo di prestazioni accusato dalla tua squadra nei secondi quarantacinque minuti di gioco?

Assolutamente no. Sotto il profilo emotivo, non abbiamo mai perso serenità, anche dopo le sconfitte contro Città di Nocera e Palmese la squadra è rimasta sempre tranquilla ed ha continuato ad allenarsi con il giusto piglio. Riguardo la questione atletica, a Sarno, contro gli uomini di Soviero, più che un calo fisico ci fu un sovraccarico mentale che comportò una scarsa predisposizione al sacrificio e ci impedì di difendere con i denti quel punto che, considerato il netto predominio nel primo tempo, era ampiamente alla nostra portata. Contro il Sorrento, invece, la squadra è stata palesemente condizionata dalle condizioni atmosferiche ma, nonostante ciò, abbiamo colpito due legni e costruito altrettante occasioni pericolose. Probabilmente dall’esterno la sensazione di sofferenza è stata dovuta al timido tentativo dei nostri avversari di pervenire al pareggio, ma dall’interno posso assicurare che la squadra ha sempre tenuto sotto controllo il match senza mai palesare alcuna difficoltà”.

Dopo Nocera e Sarno, continua il ciclo di trasferte terribili. Domani, al “Comunale” di Brusciano, ad attendervi ci sarà una Mariglianese imbattuta da otto turni e reduce da una vittoria esterna sull’ostico terreno di gioco del Montesarchio. Quanto temi questa partita?

Il campo della Mariglianese è, da anni, un fortino per gli uomini di Aldo Papa: personalmente, affronto questa squadra già da parecchi anni e sono ben conscio che anche sotto il profilo ambientale si tratta di una partita molto ostica. In più, i nostri avversari sono molto in salute e nell’ultimo periodo stanno raccogliendo ottimi risultati che, come da mia previsione ad inizio stagione, li stanno portando nella zona medio – alta della classifica. Insomma, li considero una delle nostre dirette concorrenti per le ultime piazze della zona play – off e vanno trattati con il giusto rispetto. Per questo temo particolarmente questa sfida, considerando anche che sono riusciti a mettere in difficoltà squadre come FC Sorrento ed Ebolitana”.

Alla luce di queste considerazioni, che tipo di gara prevedi?

Mi aspetto una partita molto intensa, dove troveremo ad attenderci un avversario sicuramente organizzato tatticamente dato che è guidato da un allenatore esperto e preparato, di cui nutro profonda stima. Prevedo una sfida combattuta, in cui da un lato ci sarà un Positano che metterà sul terreno di gioco la spensieratezza della classifica e la coesione del gruppo, contro una Mariglianese che fa del collettivo la sua forza. Purtroppo dovrò anche fare a meno di Cappiello per squalifica, ma la rosa ampia che ho a disposizione mi permette di poter scegliere il suo sostituto in un ventaglio di nomi altrettanto validi”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!