Basket. Pol.Sorrento: Il recupero va alla Pall.Trinità

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

polisportiva promozioneIl recupero di campionato in casa di una delle squadre situate nei piani alti del campionato, ha visto una Polisportiva in gara  ma solo a tratti, con problemi nelle rotazioni che ne hanno limitato il gioco rapido e pratico tipico dei costieri. Il match inizia fin da subito con Trinità che cerca di far valere il fattore campo, realizzando un parziale che dovrebbe mettere in difficoltà una Polisportiva entrata con poca grinta ma che reagisce nella parte finale del primo quarto mettendo a segno un paio di canestri che la tengono a contatto sul 21-14. Il secondo quarto è più intenso e spettacolare, con Trinità che fa inizialmente la partita e la Polisportiva che non molla e con il cuore cerca e trova un primo parziale di 14-3 nel momento di confusione dei padroni di casa, portandosi per la prima volta in vantaggio sul 27-28. Di lì, la fragile concentrazione dei ragazzi costieri inizia a mancare ed un paio di canestri decisivi, ridanno animo ai salernitani che approfittano dei problemi di falli di Rossi e Gargiulo G. sotto le plance, per potersi riportare in vantaggio e chiudere nuovamente sopra all’intervallo lungo. La ripresa, come sempre, vede la Pol. poco concentrata, affossata anche dai problemi di Parvolo e De Martino, cerca di rimanere in partita e ribaltare il risultato con un redivivo Giuseppe Esposito che prova a spronare i suoi, trascinandoli per tutta la seconda metà di gara ma senza particolari risultati, poiché Trinità trova la via del canestro facilmente e con una serie di azioni decisive, mette in cassaforte una partita che trova l’ultimo sussulto della Polisportiva solo nell’ultimo quarto dove con grinta tardiva, riesce a dimezzare lo svantaggio fino al -11 finale sul 73 a 62. Non c’è tempo per ripensare agli errori, perché domenica la Pol. ritorna in campo in una partita chiave della stagione contro il Volla che con una serie di vittorie si è riportata in gioco per la salvezza. Una partita da vincere e servirà la miglior Polisportiva della stagione.

Pall.Trinità-Polisportiva Sorrento 73-62.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!