Verso San Vito Positano – Sorrento calcio, Guarracino: “Non siamo appagati. E’ tempo di osare di più”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
(Antonio Guarracino in compagnia dei presidenti Casola e Cecchi Paone)

(Antonio Guarracino in compagnia dei presidenti Casola e Cecchi Paone – foto Rocco D’Esposito)

Non siamo appagati. In settimana ho visto la mia solita squadra, tutti hanno lavorato con ritmi alti e voglia di migliorarsi ulteriormente. Il secondo tempo con la Palmese è stato solo un incidente di percorso, causato da un po’ di ruggine dovuta ad un richiamo di preparazione fatto durante la sosta e da qualche difficoltà nella lettura di una partita che ci ha visti specchiarci troppo nel primo tempo ed essere poco gladiatori nel secondo”. Antonio Guarracino promette un Positano tirato a lucido in vista della prima del 2016 davanti ai propri tifosi. Il dubbio che la squadra, dopo lo straordinario girone di andata disputato, potesse inconsciamente già sentirsi compiaciuta viene spazzato via come una foglia dal tecnico giallorosso: “Il campionato vero è iniziato domenica scorsa: il girone di ritorno sarà completamente diverso e noi non ci faremo trovare impreparati. Per ritornare sugli standard abituali punto sulla voglia di rivalsa di quegli elementi che fino ad ora non hanno saputo o non hanno potuto dare quello che effettivamente hanno nelle corde: li considero alla stregua di nuovi acquisti e sono quindi curioso di vederli all’opera”. Il primo ostacolo alla ripresa della cavalcata è il Sorrento calcio, cenerentola del girone con un piede e mezzo già in Promozione: “Non credo ci sia il pericolo di sottovalutare l’avversario, anche perché sono convinto che ci sia ben poco da prendere sotto gamba: i rossoneri rappresentano un punto interrogativo in quanto nell’ultimo mercato hanno rivoluzionato la rosa e sono reduci da una sconfitta di misura contro un’ottima compagine come il Montesarchio. Come affrontarli? Con la squadra abbiamo deciso di cambiare atteggiamento e cominciare ad osare di più, ma manterremo comunque alta la concentrazione in difesa”.

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!