Evergreen Sant’Agnello: pari importante in casa del Fsicano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Continua a macinare punti salvezza l’Evergreen Sant’Agnello che in casa di una diretta concorrente qual’è il Fisciano, dimostratosi un abile avversario,  non va oltre uno zero a zero che porta in dote un punto importante per il risultato finale. Le squadre hanno dato vita ad un match abbastanza scialbo, dove le occasioni da rete ed il gioco rapido sono state influenzate dalle condizioni meteorologiche non favorevoli con il vento unico protagonista. Le occasioni non fioccano ma sono soprattutto gli ospiti che giocano con fraseggi palla a terra a rendersi pericolosi verso il ventesimo con un uno-due tra Scelzo e Leone che si ritrova davanti al portiere e con un tiro di collo tutto potenza e poca precisione becca in pieno petto l’estremo difensore del Fisciano che salva il risultato. Al 25′, primo cambio per l’Evergreen con Vollaro che sostituisce Pane. Verso la mezz’ora abbondante è ancora la formazione costiera a mostrarsi intraprendente con uno Iaccarino M. che, dopo una percussione con cui supera due uomini della formazione di casa, si presenta dal limite dell’area scagliando un tiro insidioso che viene disinnescato brillantemente dal portiere del Fisciano che devia in angolo. L’ultimo quarto d’ora non presenta particolari occasioni con le squadre che vanno negli spogliatoi sullo 0-0. La ripresa è tutta un’altra storia con l’Evergreen che cala dal punto di vista fisico e permette al Fisciano di portarsi in avanti e rendersi pericoloso già al 10′ con Pollio, estremo difensore ospite, che si dimostra attento e devia un tiro a giro scagliato dal limite dell’area dall’attaccante di casa e diretto all’incrocio dei pali. Al 22′ è ancora Pollio a fare gli straordinari salvando nuovamente il risultato con un’uscita tempestiva sull’attaccante di casa lanciato a rete. Al 34′ cambio per gli ospiti dove Gargiulo sostituisce Scelzo per dare alla retroguardia ospite maggiore copertura, ma è ancora Pollio a superarsi blindando la porta sul tiro a botta sicura del capitano di casa e al 90′ in punto, su un colpo di testa da distanza ravvicinata. L’ultima parole, con l’ultima occasione per il colpaccio esterno, è sui piedi di Leone che a tu per tu con il portiere di casa sciupa un’opportunità ghiottissima per portare a casa tutta la posta in palio. Dopo cinque minuti di recupero Baccaro di Nocera fischia la fine con le formazioni che, pur provandoci, ma trovando da una parte un Pollio mostruoso, dall’altra una particolare imprecisione da parte delle punte ospiti, non riescono a sbloccare un risultato che nonostante tutto può rivelarsi molto positivo per la classifica finale.

Evergreen Sant’Agnello: Pollio, Coppola A., Schiazzano, Garofano, Ferraiuolo, Iaccarino M., Falcone, Iaccarino N., Scelzo (25st Gargiulo), Pane (35pt Vollaro), Leone.

Francesco Vazza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!