Scafatese 1922 – Massa Lubrense 0-0 | Giulio Russo: “Con un pizzico di astuzia in più potevamo far nostra l’intera posta in palio”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

12227637_1091443397544731_364541086607609587_n
Al termine della gara tra Scafatese 1922 e Massa Lubrense, il mister nerazzurro Giulio Russo si dimostra abbastanza soddisfatto per una gara che ha visto la sua squadra avere il pallino del gioco per almeno 70 minuti. Pari importante, su un campo ostico, anche se resta un pizzico di rammarico per non essere stati cinici a pochi metri dal portiere ospite.

Pari che smuove la classifica, permettendo al Massa di guadagnare un punto su Sorrento Calcio e Valdiano e di riprendere la marcia dopo il ko pre-natalizio di Avellino.

“Abbiamo fatto un’ottima gara sul piano dell’intensità e del possesso palla. Per 70 minuti non abbiamo rischiato nulla, creando almeno 2/3 situazioni favorevoli per passare in vantaggio e peccando ancora una volta di quel pizzico di cattiveria sotto porta. Nella fase finale del match siamo calati fisicamente ed abbiamo corso qualche rischio su palla inattiva. I ragazzi hanno fatto una partita maiuscola, soprattutto a livello difensivo”

Punto che assume particolare rilevanza in quanto ottenuto sul campo di un avversario di spessore come la Scafatese 1922. Disamina giusta, a cui c’è da aggiungere che anche nel momento di maggior sofferenza l’occasione migliore di tutto il secondo tempo è capitata sui piedi di Maggino.

“La Scafatese era partita con ambizioni diverse, ha individualità importanti e tornare con un risultato positivo dal Comunale non era facile. I ragazzi hanno interpretato la gara esattamente come avevo richiesto, senza frenesia e giocando palla a terra, provando a far male attaccando gli spazi. Fino a metà secondo tempo siamo stati perfetti, poi la stanchezza si è fatta sentire ed è stata la causa del doppio cambio. Nell’ultimo quarto d’ora Buonomo ha dovuto addirittura stringere i denti avendo accusato un piccolo fastidio. La cattiveria è quella giusta, l’impegno è stato massimo, dobbiamo essere soltanto più cattivi negli ultimi metri”.

Calo fisico a cui hai sopperito nel secondo tempo con cambi che hanno dato brio e vivacità in fase offensiva.

“Breglia ha fatto un’ottima gara. Ho deciso di sostituirlo con Volpe soltanto perché era in debito d’ossigeno. Vito è un brevilineo, che punta l’uomo mettendo sempre l’avversario diretto in difficoltà. Ci ha creato spesso la superiorità numerica come nell’occasione-gol di Maggino sulla quale il recupero di un difensore ci ha strozzato l’urlo in gola. C’è rammarico perché con un pizzico di astuzia in più potevamo far nostra l’intera posta in palio”. 

Da martedì testa al Valdiano, sconfitto in questo turno del Fc Sorrento, per il primo di tre scontri diretti che potranno segnare la svolta

“I ragazzi disporranno di un giorno e mezzo di riposo, e da martedì lavoreremo per preparare il match contro il Valdiano. Giocheremo in casa, ed il nostro stadio dovrà diventare un fortino nel quale iniziare a far bottino pieno contro qualsiasi avversario”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!