Verso Scafatese 1922 – Massa Lubrense | Giulio Russo: “Se affrontiamo la gara con la mente libera non siamo inferiori a nessuno”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

giulio
Il Massa Lubrense ha girato a quota 6 punti alla fine del girone di andata ed ha assoluta necessità di riprendere esattamente da dove aveva lasciato prima della sosta. Eccezion fatta per la trasferta sul campo del San Tommaso da cui i nerazzurri uscirono sconfitti più per sfortuna che per demeriti propri, gli uomini di Giulio Russo avevano trovato un’identità di gioco che aveva permesso loro di conquistare 5 punti in 3 gare nelle quali Stinga aveva sempre mantenuto la propria porta inviolata. Tante le novità sia dal punto di vista della guida tecnica (Russo per Cuomo a Massa Lubrense, Citarelli per Macera a Scafati) che degli uomini che domenica scenderanno in campo al Comunale, ma i costieri hanno tantissima voglia di riscattare l’1-4 patito all’esordio al Cerulli e cercheranno con le unghie e con i denti di portare a casa punti pesanti in chiave salvezza.


Si riprende finalmente a giocare un match da 3 punti dopo quasi 20 giorni. Come valuti questa lunga sosta? Una pausa necessaria per rifiatare e recuperare energie o complica un po’ piani, con la partita di domenica che potrebbe sembrare quasi come una prima di campionato?

“La sosta ci ha dato l’opportunità di mettere benzina nelle gambe per il prosieguo della stagione. I ragazzi hanno lavorato bene durante questo periodo e siamo pronti per combattere la prossima battaglia a Scafati, prima di 15 finali che ci porteranno fino a metà aprile”.

Le lunghe pause portano con sé il rischio di staccare inconsciamente la spina sotto il piano mentale.

“Siamo in piena lotta per non retrocedere, e per noi ogni partita è vitale. In questi casi la spina si attacca da sola, altrimenti sarebbe impossibile giocare a calcio”.  

Contro la Scafatese 1922 la prima di 15 finali. Di fronte ci sarà una squadra ostica, partita con ambizioni diverse, e che a dicembre ha ridimensionato i propri obiettivi ritrovandosi con soli 3 punti di margine sulla zona play-out. Un match che entrambe le squadre hanno assoluta necessità di vincere.

“Mi dispiace per la situazione in cui stanno versando i nostri avversari perché Scafati è una piazza importante. Sarà una partita tosta, anche perché la loro classifica non permette passi falsi ed un’ulteriore sconfitta potrebbe avere serie ripercussioni. In rosa dispongono di alcuni elementi importanti come Teta, Guidelli, Martone e Chiariello, un lusso per l’Eccellenza e calciatori che conosco bene per averci giocato insieme. Andremo a Scafati con il coltello tra i denti, giocandoci la partita a viso aperto perché la nostra situazione è molto critica ed abbiamo assoluta necessità di far risultato in ogni gara”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Out Vicinanza per squalifica e ceduti calciatori del calibro di Saurino, Di Ruocco, Gallo, Capece e Romano. Può essere un vantaggio affrontare la squadra di Citarelli in questo momento e quali saranno le difficoltà del match?

“A me non hanno mai regalato nulla, per cui non credo che ciò possa essere un punto a nostro favore. Se la loro società ha deciso di cambiare, avrà avuto valide ragioni ed i partenti sono comunque stati rimpiazzati in maniera adeguata. A Scafati c’è una società ambiziosa con calciatori di categoria per cui dovremo giocare con la massima attenzione e concentrazione perché non possiamo più permetterci di sbagliare”.  

Negativo anche il loro momento. Arrivano alla gara contro il Massa reduci da 2 sconfitte consecutive, 4 nelle ultime 5 gare. Le ultime 3 uscite casalinghe hanno visto la Scafatese incassare 2 sconfitte (Faiano e Fc Sorrento) e conquistare una sola vittoria, in rimonta e soffertissima. 2-1 al Castel San Giorgio con gol di Teta giunto al minuto 88.

“Prima della sosta la Scafatese ha indubbiamente attraversato un periodo negativo, come capita a quasi tutte le squadre. Non credo però che arriveranno nelle stesse condizioni perché hanno avuto 20 giorni per staccare la spina, allenarsi e rimettersi in carreggiata. Ho chiesto soltanto ai miei ragazzi di non farsi prendere dalla frenesia e di giocare con tranquillità, perché se affrontiamo le partite con la mente libera possiamo giocarcela con tutti”.  

Il Massa dovrà fare a meno di Vitiello, appiedato dal giudice sportivo. Elemento molto importante per la sua duttilità a centrocampo e per gli inserimenti in zona-gol. Cosa può cambiare a livello tattico la sua assenza?

“Vitiello è uno dei calciatori più esperti, sa dirigere il gioco ed aiutare i compagni. Purtroppo è stato appiedato dal giudice sportivo, ma sono sicuro che chiunque giocherà al suo posto farà certamente bene . Per me tutti i ragazzi sono potenziali titolari e l’ho dimostrato dando  spazio a tutti finora. Tutti partono alla pari e chi sta bene gioca”.

Il mese di gennaio chiarirà dove può arrivare il Massa?

“Non mi piace fare discorsi a lungo termine. Siamo penultimi, per cui abbiamo l’obbligo di procedere partita dopo partita. Ora il mio unico obiettivo è Scafati, con la piena convinzione di andare lì e fare un’ottima gara sperando di portare a casa un risultato importante, anche con l’aiuto di un pizzico di fortuna. Sarebbe fondamentale per dare morale, autostima e carica sia a noi che alla dirigenza. Soltanto da lunedì inizieremo a focalizzare la nostra attenzione sulla sfida al Valdiano”.   

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!