Gara e pari spettacolo tra Atletico Sorrento e Macerone

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

atleticosorrGara spettacolare, come i gol e la cornice di pubblico, quella andata in scena all’Evergreen di Meta tra Atletico Sorrento e Atletico Macerone.
La capolista reduce dal successo in Coppa Campania di C2 scende in campo tra acciacchi e fatica, i costieri rispondono con grande presenza, ardore ed un Raffaele Maresca in versione monstre.
Due reti per parte su palla inattiva, due reti pregevoli e tante, tante occasioni che esaltano portieri ed imprecisione.
La capolista vuole fare la gara, ma senza alzare i ritmi resta preda delle chiusure dei padroni di casa.
L’Atletico prova a blindare spazi e giocate, rubare palla fiondandosi poi a campo aperto.
Dopo il minuto di raccoglimento per la scomparsa di un congiunto nel roster grigio rosso, è De Vivo a dilapidare la prima chance per i costieri.
Al 6° inizia lo show di Raffaele Maresca. Su schema da calcio piazzato il velenoso mancino fredda Falanga.
Nelle ripartenze i padroni di casa mancano il bis, mentre il Macerone ci mette un po’ a carburare, ma quando lo fa impatta. Melise cerca il compagno sul secondo palo, Bagnulo, in apprensione, ci mette lo zampino e batte il proprio portiere.
Il canovaccio della gara è limpido come acqua di fonte. Macerone a fare la gara, Atletico chiuso in pressione e ripartenza. Fallo ai 12 metri. Schema ripetuto, dormita generale e Maresca fa bis.
La ripresa non sposta di una virgola gli equilibri, ma vede gli ospiti entrare più determinati.
Dopo una fuga di capitan Inserra bloccata da Falanga, arriva il pari di Vollonino.
Ripartenza fulminea ed in superiorità per i bianco azzurri, tap-in facile del numero 17 con  la palla che passa sotto il braccio di Vinaccia.
Schema perfetto su fallo laterale del Macerone, la palla arriva a Di Palma solo sul secondo palo e sorpasso. L’Atletico non perde la testa. Sbanda, ma non molla la presa sulla gara anche perché Vinaccia c’è.
Dopo cinque minuti è ancora Raffaele Maresca a calare il tris personale e agguantare il pari.
Crescono le emozioni. Si allungano leggermente i due quintetti, aumentano i falli, Vinaccia si veste da Arrow scagliando mani a stile frecce ed intercetta tutto il possibile. Quando a cinque dalla fine Melise su schema da calcio piazzato trova la fessura tra gambe e piedi il Macerone fa traballare l’imbattibilità interna dei costieri.
Composta da grandi palleggiatori fulminei e mortiferi nell’uno contro uno, il Macerone abbassa il ritmo e prova a stanare i grigio rossi costretti ad inseguire.
La pressione sale leggermente e quando la copertura della palla non è ottimale, Raffaele Maresca chiude la gara con la sua ultima perla. Palla in verticale di Bagnulo, tacco tanto morbido, quanto efficace, palla in buca d’angolo e pareggio fatto.
Al triplice fischio scatta l’applauso di tutti i presenti per un grande spettacolo offerto dalle due squadre.

Atletico Sorrento – Atletico Macerone 4-4
Atletico Sorrento: Vinaccia, De Vivo, Bagnulo, Cuccaro, Maresca R., Maresca G., Gargiulo M., Persico, Egro, Inserra, Marcia, Gargiulo S. . All.: Russo
Atletico Macerone: Falanga, Di Dato, Vollonino, Melise, Di Palma, Occhione, Battaglia, Monnola, Sannino, Papano, Iovine. All.: Antelmi
Marcatori: 6’pt, 28’pt, 17’st, 31’st Maresca R. (S), 11’pt aut. Bagnulo (M), 6’st Vollonino (M), 12’st Di Palma (M), 25’st Melise (M)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!