Mondiali Footgolf: Esposito e Costantino nei primi 100 in Argentina

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Marco Esposito-Salvatore CostantinoSi è chiusa la prima giornata, in quel di Buenos Aires in Argentina, del campionato mondiale di Footgolf.
I ragazzi della costiera Marco Esposito e Salvatore Costantino sono riusciti ad entrare nella top 100.
Al taglio che sarà effettuato domani per la fase finale prenderanno parte solo i primi 144. Gli atleti divisi in due gironi si daranno battaglia lungo le 18 buche del percorso sudamericano.
A piazzarsi meglio è stato Esposito. Il ragazzo di Meta, partito in mattinata per il proprio round ha chiuso con un colpo sopra il par (73), mentre Salvatore Costantino attardato da un leggero fastidio muscolare entra nei primi 100 con un +5 (77).
“Vento nullo, temperatura ok. Sono soddisfatto”. Queste le prime parole di Esposito al termine del proprio giro. “E’ un percorso nel quale non devi osare nulla, perché non perdona nessun errore” la disamina tecnica del giovane metese.
“Ho accusato un problemino nella prova del campo, ma ho stretto i denti e giocato” commenta sul suo profilo Facebook Costantino, “Ho chiuso a +5 nei 100. Passano alla finale i primi 144 questo resta il mio obiettivo, considerando la mia stagione non esaltante, dovuta a diversi fattori. Ma serve il risultato di domani”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!