Massa Lubrense: i numeri del girone di andata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

asd_massa_lubrense_calcio
I numeri non possono essere ridotti soltanto ad una rigida e distaccata visione della realtà, bensì aiutano a comprendere meglio l’evoluzione di una squadra nel corso della stagione. Analizzando, perciò, quanto espresso dal girone B di Eccellenza al giro di boa, saltano agli occhi alcuni dati interessanti relativi al campionato del Massa Lubrense che possono offrire spunti di riflessione importanti.
Partendo dalle presenze, il calciatore più utilizzato risulta essere il difensore classe ’96 Danilo Buonomo. Reduce dal campionato di Eccellenza vinto la stagione scorsa con la maglia del Gragnano, è stato utilizzato sia da centrale che da terzino destro, ed ha collezionato ben 1033 minuti spalmati su 11 gare, tutte da titolare. Seguono altri interpreti della linea difensiva come Siniscalchi (1010) e Vanacore (997). Quindi i centrocampisti Altieri e Vitiello, entrambi appaiati a quota 949, per poi proseguire con Esposito (944), Fiorentino P. (898, e momentaneamente ai box dopo il ko fisico patito a Nocera), Vinaccia (889), Breglia (852), Ambrosio (773), Arcobelli (664) e Gargiulo (598). Il calciatore nerazzurro con più minutaggio da titolare è appunto Buonomo (1033), mentre l’attaccante Volpe è il più utilizzato a gara in corso, con 101 minuti tutti disputati entrando dalla panchina. 10 sono i gol realizzati nelle prime 15 giornate di campionato con Luca Lauro (svincolato a dicembre) ancora top-scorer con 4 reti, seguito da Vitiello e Marino con 2, Esposito e Arcobelli a quota 1. 6 le reti messe a segno nella prima frazione di gioco contro le 4 messe a segno nella ripresa. Un’altra curiosità risiede nel maggior numero di gol (3) messi a segno nel primo quarto d’ora di gioco, mentre mai il Massa è riuscito finora ad andare a segno dal minuto 75 al 90. Conseguenza di ciò, il dato assolutamente migliorabile che vede i nerazzurri essere passati per ben 5 volte a condurre la gara, portando però a casa soltanto 1 vittoria nello scontro diretto contro il Sorrento Calcio, 1 pari a S. Antonio Abate e 3 sconfitte (Valdiano, Castel San Giorgio, Us Scafatese).
Dopo una prima parte di campionato che ha visto il Massa Lubrense collezionare 1 punto in 9 gare con 5 reti fatte e 15 subite, c’è stato il cambio tecnico che ha visto Giulio Russo subentrare a Federico Cuomo. Nelle 6 gare con l’ex calciatore del Sorrento a guidare gli allenamenti la compagine di via Arenaccia ha cambiato rotta con 5 punti raccolti (media 0,83 per partita) e soprattutto una solidità difensiva testimoniata dall’imbattibilità record raggiunta dal Massa Lubrense, 321 minuti tra Nocera e Avellino con 3 match consecutivi (Palmese, Sorrento Calcio e Mariglianese) senza subire alcuna rete. È pacifico affermare che la salvezza dei costieri passa attraverso i successi nel proprio stadio che dovrà diventare assolutamente un fortino inespugnabile, per cui in vista di un mese di gennaio fondamentale in quanto vedrà il Massa affrontare in quest’ordine Scafatese 1922, Valdiano, Castel San Giorgio e S. Antonio Abate rispettivamente a 13, 10, 5 e 7 punti di distanza sarà indispensabile riuscire a concretizzare davanti al pubblico amico le tante occasioni create di partita in partita. La squadra di Giulio Russo finora si è rivelata squadra da trasferta, con 4 punti su 5 ottenuti proprio lontano dal “Cerulli”. Migliorare il rendimento interno nel girone di ritorno sarà la chiave di volta su cui costruire una seconda parte di stagione che a metà aprile potrà condurre il Massa alla salvezza.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!