FC Sorrento, l’attacco è quasi da record: solo una squadra segna di più in Italia

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Francesco Scarpa, Francesco Vitale e Alfonso Gargiulo festeggiano uno dei 30 gol in campionato messi a segno in trio dall'inizio della stagione (foto Penna)

Francesco Scarpa, Francesco Vitale e Alfonso Gargiulo festeggiano uno dei 30 gol in campionato messi a segno in trio dall’inizio della stagione (foto Penna)

Non è, ancora, da record. Ma c’è da scommetterci che, con l’ingresso in pianta stabile nel tridente offensivo di un cecchino dei sedici metri come Del Sorbo e, soprattutto, grazie alla più repentina ricerca della verticalizzazione imposta da mister Giovanni Ferraro alla manovra, presto il Football Club Sorrento potrà fregiarsi del titolo di miglior attacco d’Italia.

Dalla A all’Eccellenza, la palma di attacco attualmente più prolifico, in media ed in valore assoluto, è infatti quello del Città di Ciampino, formazione capolista del girone B dell’Eccellenza laziale. La formazione allenata da Roberto Mancinelli, ex portiere del Sorrento calcio nella stagione 2010/2011, guida la speciale classifica dei gol segnati con 42 realizzazioni in 15 partite, per una media di 2.8 a partita. Trascinatore dei ciampinesi (in cui milita un altro ex Sorrento calcio, Alessio Lalli) è l’attaccante Diego Tornatore, autore sinora di 16 reti, due delle quali messe a segno nell’ultima gara di campionato, vinta dagli uomini di Mancinelli con un anomalo 8-0 rifilato al Gaeta, sceso in campo con una squadra imbottita di giovani.

Senza il largo successo ottenuto domenica scorsa dal Città di Ciampino, il miglior attacco italico sarebbe stato proprio quello del Football Club Sorrento che, con le quattro reti rifilate al San Tommaso, ha toccato quota 39 gol in 14 partite, per una media di 2.76 realizzazioni a partita. Numeri che, con l’avvento in panchina di Giovanni Ferraro al posto di Mario Turi, crescono in maniera esponenziale (12 gol in 3 partite, con media ferma sul 4 a fronte del 2.45 precedente) seppur accompagnati da un preoccupante trend al rialzo anche per quelli subiti (5 negli ultimi 270 minuti, contro i 4 delle prime undici partite). La grande vena realizzativa degli attaccanti rossoneri, che vede Vitale a quota 12 gol, Scarpa a 10 e Gargiulo ad 8, si esalta particolarmente tra le mura amiche dello stadio “Italia”, dove i rossoneri hanno messo a segno 26 reti in 7 partite, contro le 13 siglate in trasferta in altrettanti match.

Numeri quasi identici li fa registrare anche l’Herculaneum. L’altra capolista dell’Eccellenza campana, infatti, vanta lo stesso score dei rossoneri (39 gol in 14 partite), ma distribuiti diversamente tra casa (25) e trasferta (14). Bomber dei granata è l’ex Marcianise Bruno El Ouazni, quasi ex Sorrento calcio avendo vestito la maglia rossonera nel ritiro precampionato della stagione 2011/2012 prima di essere tagliato da Maurizio Sarri.

In serie D, la miglior macchina da gol è quella del Fondi, con 42 centri in 16 partite (media: 2.63) grazie all’incredibile stato di forma di Giuseppe Meloni, salito già a quota 21 marcature personali. Scendendo di categoria, in Lega Pro, rispettivamente girone A e girone B, sono Feralpisalò e Spal 2013 a far registrare le performance migliori, stabilizzandosi entrambe su 25 gol in 15 partite, per una media di 1.67, con migliori marcatori Romero e Bracaletti per i lombardi e Cellini per i romagnoli. Tra i cadetti, invece, trascinato dai gol del brasiliano Diego Farias, è il Cagliari dell’ex Sorrento calcio Massimo Rastelli a fare meglio (35 gol in 18 partite, media: 1.95), mentre nella massima serie è la Fiorentina di Paulo Sousa ad aggiudicarsi la palma di miglior attacco del lotto con 31 gol in 16 partite (media: 1.94), grazie anche ai 9 gol della sorpresa Kalinic.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!