Sorrento Calcio – Massa Lubrense 0-4 | L’analisi della gara

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

sorrento massa

È giunta l’alba di un nuovo campionato per il Massa Lubrense, che non fallisce lo scontro diretto sul campo del Sorrento Calcio, imponendosi con un roboante 4-0 che rende finalmente pieno merito a tanta fluidità di gioco e produzione offensiva. Concretezza e praticità sotto porta: questi i dettami del mister per uscire dal tunnel in cui stava sprofondando la squadra costiera dopo una serie nerissima di 7 sconfitte consecutive. Giorno dopo giorno Giulio Russo ha rivoltato la squadra come un calzino, imponendo i propri metodi, ed infondendo nei ragazzi sicurezza, fiducia ed autostima. La ricorsa verso la salvezza diretta è iniziata attraverso una ritrovata solidità difensiva. Dopo Positano e Città di Nocera, il Massa Lubrense è riuscito a mantenere la porta inviolata per tutti i 186 minuti delle successive due gare contro Palmese e Sorrento Calcio, senza che Alessandro Stinga (subentrato al portiere titolare Paolo Fiorentino alle prese con un problema muscolare che lo terrà fuori per circa un mese) sia stato chiamato ad interventi di particolare rilevanza. In più, i nerazzurri sembrano essersi pienamente sbloccati in zona gol. Domenica contro il Sorrento hanno gonfiato la porta di Imbimbo in ben 4 occasioni, soltanto un centro in meno di quanto fatto registrare nelle precedenti 12 uscite.
La metamorfosi passa anche attraverso l’apertura della finestra invernale di mercato, che ha portato in casa Massa Lubrense alcuni tasselli fondamentali per lo sviluppo del progetto tecnico voluto da Giulio Russo. Al “San Michele” gli esterni alti del 4-1-4-1 messo in campo dal mister costiero si sono rivelati l’arma in più che ha messo in perenne difficoltà i dirimpettai in maglia rossonera. Se Ambrosio aveva già dimostrato in avvio di stagione le proprie qualità lungo l’out destro prima di cadere vittima di noie fisiche dopo Eboli, il neo-acquisto Marino ha fatto subito sfracelli sulla fascia opposta, facendo venire più di un capogiro a Carezza, costretto in più di un occasione a mangiarne la polvere. Classe 1998 proveniente dal Fc Sorrento, dopo un avvio di gara in sordina a causa dell’emozione per l’esordio assoluto nel campionato di Eccellenza, è entrato sempre più in partita diventando a tratti devastante. Una “prima” da incorniciare, bagnata da una doppietta che lo proietta subito come secondo miglior marcatore della squadra costiera dopo Luca Lauro. Anche Giuseppe Di Donna entra subito tra i titolari al fianco di Esposito, per dare maggiore sicurezza e solidità al reparto arretrato, con Buonomo e Siniscalchi a scalare sulle corsie esterne. Altieri, partito dalla panchina contro la Palmese, torna play davanti alla difesa. In mediana, dinamismo e solidità garantita da capitan Vinaccia e Vitiello, con le frecce “under” Ambrosio e Marino a fare il bello ed il cattivo tempo sulle corsie di competenza. Esordio dal primo minuto anche per Gaetano Maggino, proveniente dal Tommaso. Il primo tempo del Sorrento Calcio è tutto in un tiro di Di Pietro in avvio bloccato da Stinga, poi è un monologo nerazzurro. Ambrosio mette a sedere Genovese e fa partire un bel tiro a giro che si perde di poco largo sul secondo palo. Poco dopo il Massa passa in vantaggio. Altieri ruba palla all’altezza della trequarti, la sfera finisce tra i piedi di Marino che s’invola in area, fa scudo con il corpo per difendere il pallone da un difensore in recupero e batte Imbimbo con un preciso diagonale. Esordio, gol e corsa folle ad abbracciare il mister in panchina. Dopo un’occasione per Maggino che cincischia da distanza ravvicinata, il Massa Lubrense raddoppia. Ambrosio ruba ancora palla al suo dirimpettaio, mette al centro per Maggino che attende l’arrivo a rimorchio di Vitiello che fa partire una traiettoria imparabile che si insacca sul secondo palo. Così come nel primo tempo, il Sorrento Calcio crea qualche pericolo nei primi minuti della ripresa, con Stinga provvidenziale su Di Pietro, prima di bloccare la successiva conclusione di D’Auria. Quando la squadra di Giulio Russo decide poi di accelerare, è devastante con Marino ancora sugli scudi. Maggino premia l’inserimento in verticale di capitan Vinaccia che dalla destra converge verso il centro e serve un pallone d’oro per Marino, che s’infila tra i centrali rossoneri come un coltello nel burro e fa tris. Giulio Russo cambia la punta centrale, con Maggino che lascia spazio ad Arcobelli, ed è proprio l’attaccante torrese che realizza il secondo gol stagionale. Corner dalla destra di Altieri, sponda imperiosa di Esposito sul secondo palo per il tap-in vincente di Arcobelli che cala il poker.
Vittoria di fondamentale importanza per il Massa Lubrense che, centrando il secondo risultato utile consecutivo sale a quota 5 punti abbandonando l’ultimo posto in classifica. La scalata prosegue, e sabato al “Cerulli” andrà in scena un’altra partita molto ostica contro una delle squadre più in forma del campionato, la Mariglianese di Aldo Papa. I biancazzurri, infatti, verranno a Massa Lubrense sulle ali dell’entusiasmo per il 3-3 conquistato tra le mura amiche al cospetto della capolista Fc Sorrento, che ha permesso loro di allungare a 4 la striscia di risultati utili consecutivi dopo le vittorie contra Valdiano, Castel San Giorgio e Sant’Antonio Abate.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!