Basket, Fortitudo Basket Sorrento (U15): Sconfitta casalinga nel big match di campionato

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Era lo scontro al vertice nel girone D del campionato U15 maschile con la Fortitudo Basket Sorrento che ospitava sul proprio campo la capolista Arte e Borrelli. Una partita combattuta e mai scontata, dove entrambe le squadre hanno dato vita ad un bel duello perso, un po per deconcentrazione, un po per appannamento fisico, dalla Fortitudo che esce sconfitta per 42 a 50. Una partita giocata bene dai ragazzi di coach Orazzo che anche nei momenti meno brillanti sono stati in grado di gestire le difficoltà rimanendo in partita. I primi due quarti sono stati di marca costiera, con gli avversari sempre li a rincorrere nel punteggio e a rispondere colpo su colpo alle giocate offensiva ed alla difesa attenta dei padroni di casa, che chiudono sul più sette i primi dieci minuti. Il secondo quarto procede sulla falsa riga del primo con la Fortitudo che diventando meno concentrata, si vede assottigliare il vantaggio sotto gli efficaci attacchi dell’Arte e Borrelli che sembra aver ingranato la marcia giusta. Al riposo lungo la Fortitudo conduce sul 25 a 24. Il terzo quarto vede l’inizio di una parabola discendente dal punto di vista fisico dei padroni di casa che iniziano ad avere meno lucidità a dispetto di un avversario che sembra più fresco sotto il profilo atletico. Al calo fisico succede, a stretto giro di posta, un calo mentale che porta i ragazzi costieri a perdere la testa diventando, così, meno concentrati in attacco e meno compatti ed aggressivi in difesa. Nell’ultimo quarto l’Arte e Borrelli prende il sopravvento anche grazie alle sue piene rotazioni, con la Fortitudo che con una panchina più corta accusa il colpo decisivo e va KO nei minuti finali pur combattendo e mettendoci tutto il cuore. Una bella partita, giocata a viso aperto da entrambe le formazioni ed equilibrata per gran parte della sua durata con coach Orazzo che, nel post gara, si lascia ad un’attenta disamina: “E’ stata una bella partita, abbiamo giocato anche bene nei primi due quarti rimanendo concentrati e intensi. Purtroppo il fattore decisivo è stata la possibilità degli avversari di avere rotazioni più lunghe, mentre noi dovevamo dosare per bene le nostre forze. Ciò è stato determinante nella seconda parte di gara dove siamo stati meno freschi fisicamente. Non potevo chiedere di più alla squadra che comunque si è comportata bene. C’è stata la prestazione ma, peccato, non il risultato. Gli avversari di oggi, secondo il mio parere, sono i favoriti del girone e noi abbiamo combattuto con loro quasi ad armi pari, ci è mancato quel pizzico di lucidità fisica per portare a casa la partita”.

Fortitudo Basket Sorrento-Arte e Borrelli 42-50

Parziali: (18/11; 7/13; 8/7; 9/19).

Fortitudo Basket Sorrento: Gargiulo G. 23; Amato 9; Marulo 4; Sammartano 2; Forlani 2; Ercolano 2; Amura; Abagnale; Sorrentino; Gargiulo D.; D’Esposito; D’Amora.

Francesco Vazza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!