Troppa Cerignola per la Folgore

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

foglore_pennaE’ una Iposea Udas Cerignola fredda, tosta e determinata quella che espugna il Pala Atigliana di Sorrento.
La Snav Folgore Massa incappa in una sconfitta, preventivabile, ma che evidenzia i vecchi limiti.
I biancoverdi si lasciano avvolgere dal caldo abbraccio dei propri errori. Si attorcigliano come un pampino di vite  sul 24-21 del primo set e li bloccano la testa.
Dopo essere riusciti a piazzare il break e scappare, Aprea e compagni si incartano ad un passo dal primo mattoncino della costruzione gara.
Cerignola tiene, sale di intensità, ritmo e battuta, picchetta le certezze, mura ciò che può e ai vantaggi colpisce nel morale i padroni di casa.
Il 24-26 maturato con cinque punti consecutivi si fa sentire.
La Folgore deve inseguire, si attacca all’inerzia del match e agguanta il pari nel secondo set a quota 12.
Improvvisamente l’interruttore che fornisce corrente alla mente si stacca. Cerignola batte meglio, i padroni di casa piazzano errori a gogo e il gap si amplia.
La mossa di Amitrano porta un piccolo vantaggio. Un vantaggio troppo esile per resistere alla voglia dei pugliesi di prendersi il set.
I costieri tengono, lottano, ma cadono.
La caduta non è in piedi, perché il terzo parziale è un lento lasciarsi andare.
La testa non si libera dalle paure e dalla necessità di recupero, il braccio pesa, il pallone è una palla di metallo che porta la Folgore ad inanellare errori  in serie.
L’Iposea c’è. Senza bisogno di offerte pre-natalizie svolge il compitino con impegno e presenza e schianta i bianco verdi.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!