FC Sorrento, è il giorno di Del Sorbo. Napolitano saluta

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

3Antonio Del Sorbo è il nuovo attaccante del Football Club Sorrento. Nativo di Castellammare di Stabia, il classe 1984 sosterrà questo pomeriggio il suo primo allenamento allo stadio “Italia”, in attesa che nelle prossime ore venga regolarizzato il suo trasferimento. Proveniente dalla Cavese, capolista del girone H di serie D, con i metelliani Del Sorbo ha collezionato tredici presenze e tre reti, alternandosi con D’Anna, Varriale e De Rosa nel tridente del tecnico Emilio Longo. Cercato insistentemente negli ultimi giorni anche dal Città di Nocera, l’ex Savoia (tredici presenze e tre reti nella prima parte della scorsa stagione in Lega Pro), a Sorrento ritrova l’ex compagno Scarpa, oltre a Temponi e De Rosa, insieme ai quali, nel 2008/2009, contribuì alla storica stagione in serie D del Pianura dei fratelli Cafasso.

Sul fronte dei partenti, dopo Micallo, accasatosi all’Isola di Procida, ed a Fragiello, destinato a raggiungerlo nella formazione che milita nel girone A di Eccellenza, si registra anche l’arrivederci di Felice Napolitano. Per l’estremo difensore classe 1995, chiuso dalla scelta di Turi prima e Ferraro poi, di puntare sull’under Valentino Russo in porta, si sono aperte le porte del Pomigliano, compagine in zona play-off nel girone G di serie D. La scelta della dirigenza rossonera di lasciar partire il giovane estremo difensore di Saviano è riconducibile esclusivamente alla volontà di garantire all’atleta la possibilità di continuare la sua maturazione, per poi, in futuro, puntare nuovamente sulle sue indiscusse qualità, già palesate nella stagione passata con la maglia biancoazzurra del Sant’Agnello.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!