Cava Basket-Pol.Sorrento: Ai costieri non basta il cuore per vincere

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ieri sera in quel di Cava de’ Tirreni, la Polisportiva Sorrento era impegnata in trasferta sul campo del Cava Basket, in una gara tra matricole valida per la terza giornata del campionato di Promozione. polisportiva promozioneUna partita che ha visto la squadra costiera uscire sconfitta con il risultato di 76 a 61. Nonostante ciò, i ragazzi di coach Savarese, hanno dimostrato, sul campo, grande voglia di reagire a questo inizio di campionato un po negativo; spirito di sacrificio e applicazione difensiva, sono i simboli di una compattezza di gruppo che lascia trasparire come ogni giocatore sia pronto a remare  verso l’obbiettivo primario di risalire la china e trovare i primi punti in classifica che potrebbero cambiare questo trend poco positivo. Tornando alla partita, entrambe le formazioni scendono in campo con l’unico “diktat” di portare a casa i due punti in palio. Cava sollecitata anche dal fattore campo, prova a spingere da subito sull’acceleratore, ma la Polisportiva si dimostra quadrata ed ordinata, poiché le rotazioni difensive sembrano reggere e funzionare bene difronte alle offensive dei padroni di casa. Ne esce un match avvincente ed equilibrato sia in campo che nel punteggio. Per la formazione costiera l’asse Esposito G.-Rossi frutta un totale realizzativo di 46 punti, sintomo di una vena offensiva non del tutto smarrita. Dall’altra i padroni di casa hanno la mano calda e cercano di creare lo strappo decisivo con alcune conclusioni dall’arco dei tre punti che, però, non spaventano la squadra condotta da coach Savarese che continua a giocare concentrata seppur sempre in svantaggio per tutta la durata della gara. L’orgoglio e la voglia sono le costanti all’interno di un equazione che vede Cava sempre lì, pronta a scappare, con la Polisportiva che, invece, ha delle improvvise fiammate che sembrano poter ribaltare il risultato. Difese attente e ben organizzate diventano la linea sottile di un equilibrio che solo i tiri liberi e qualche fallo di troppo possono spezzare. Una partita intensa, ricca di un agonismo dettato  dalla voglia di entrambe le squadre di portare a casa una vittoria che darebbe uno sprint d’entusiasmo. Il finale è teso, la formazione costiera non ci sta e non molla, continua a difendersi e attaccare cercando l’occasione giusta che possa cambiare le gerarchie della partita, occasione che però non arriva. Gli stessi risultati parziali della partita lo dimostrano, con la Polisportiva che non scende mai al di sotto dei cinque punti di svantaggio che però, accumulati, nella bagarre degli ultimi minuti di gara, la costringono alla sconfitta. Le dichiarazioni post gara di coach Savarese nonostante tutto, fanno trasparire, comunque, un po di ottimismo, figlio del carattere messo in campo dai suoi ragazzi:“Abbiamo giocato contro una squadra davvero forte in tutti i suoi reparti, una squadra che ha attaccato bene e difeso altrettanto bene. Per noi è stata veramente difficile, nonostante tutto l’impegno che abbiamo messo in campo. Sono molto contento per l’applicazione difensiva, avendo visto i ragazzi aiutarsi continuamente tra di loro per tutta la gara. Ma soprattutto sono orgoglioso dello spirito di sacrificio mostrato da molti nei confronti del gruppo”. Dall’altra le parole del coach del Cava Basket che rendono merito alla volontà della Polisportiva di non mollare mai:“Sono contento per la vittoria e soprattutto perché ho visto nella mia squadra ampi margini di miglioramento e continuando a lavorare e migliorarci, possiamo fare un buon campionato. Ad ogni modo il nostro obiettivo minimo è la salvezza, pensiamo ad una partita alla volta, siamo una matricola di questo torneo, cercheremo in ogni gara di dare il massimo senza guardare la classifica. La Polisportiva Sorrento è una buona squadra, spero che dopo queste tre sconfitte iniziali non perdano di mordente perché ha tutte le carte in regola per fare un buon campionato e glielo auguro vivamente”.

Cava Basket – Polisportiva Sorrento: 76-61.

Parziali:(17-14, 17,12, 26-22,16-13).
Cava Basket: D’Atri 26 , Russo V. 23, Russo C. 9, Socci 5, Guarino 4, Della Monica 4, Drame 4, Di Donato 1.
Pol. Sorrento: Esposito G. 26, Rossi 20, Parvolo 4, Gargiulo 2, Celentano 4, Esposito D. 2, De Martino 3.

Francesco Vazza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!