Il mercato degli ex Costieri: Filippo Viscido alla Leonfortese

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

viscido

La stagione scorsa passerà alla storia come un’onta da dimenticare al più presto, ma uno dei protagonisti di quel Sorrento, il leader, colui il quale fino ai minuti finali del play-out ha creduto alla salvezza (come dimostra la sfuriata finale contro un destino avverso che aveva complicato una sfida che si era messa sui binari giusti dopo il gol di Elefante) si è accasato in Serie D, andando a rinforzare il centrocampo della Leonfortese.
Si tratta ovviamente di Filippo Viscido, mediano nativo di Battipaglia, entrato subito nel cuore dei tifosi per doti tecniche, ma soprattutto umane fuori dal comune. Generosità e polmoni d’acciaio, in mediana si è sempre rivelato un filtro insuperabile, alto ed efficace. Uno che morde sempre i polpacci del rivale di turno. Un cagnaccio, un “pitbull”, come lo hanno definitio i supporters irpini, un’altra piazza in cui Viscido ha lasciato il segno.
Fa il suo esordio lo scorso 21 dicembre nella sfortunata trasferta persa 1-0 contro l’Hinterreggio e, fino al termine della stagione, collezionerà ben 16 presenze, risultando sempre elemento imprescindibile per ognuno dei 4 allenatori che si sono succeduti in costiera.
Stimmate da condottiero, che mette in luce al termine della sfida disputata sul neutro di Massaquano tra Sorrento e Leonfortese. Dopo una vittoria ottenuta con sangue e sudore grazie ad un gol di Majella, Viscido arringa i numerosi tifosi presenti, invitandoli a star sempre vicini alla squadra in un momento difficile sotto tanti punti di vista. Scene d’altri tempi.
Viscido riparte dalla D e precisamente dalla Leonfortese, realtà siciliana che sta pian piano facendosi strada nella massima competizione dilettantistica nazionale. Da matricola terribile, l’anno scorso ha disputato una stagione fantastica, chiudendo al 7° posto e a soli 5 punti dalla Neapolis, ultima squadra a disputare i play-off. Anche quest’anno i biancoverdi vogliono continuare a stupire, visto che al momento occupano la 9° posizione appaiati con Scordia e Marsala e sono reduci da ben 7 risultati utili consecutivi dopo i 2 ko consecutivi (uno a tavolino contro lo Scordia) con i quali hanno iniziato il campionato.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!