L’esordio della Folgore Massa è tutta una questione di vantaggi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
L'opposto Palmieri tra i protagonisti contro Capitanata (foto Penna)

L’opposto Palmieri tra i protagonisti contro Capitanata (foto Penna)

Il modo scelto dalla Snav Folgore Massa per festeggiare la prima in B2 è di quelli con il brivido.
La squadra allestita dal ds Fabrizio Ruggiero e guidata da Nicola Esposito sfrutta al meglio le sue potenzialità, cala un pelino nel secondo set, ma recupera bene nel terzo e schianta Foggia nel quarto.
Un tourbillon di emozioni al Pala Atigliana gremito da 800persone pronte ad applaudire i bianco verdi costieri.
Scappa si fa riprendere, va sotto e regala pathos e angoscia ai suoi la Folgore che rischia sul 23-24, impatta e porta tutto ai vantaggi. Esposito legge bene i momenti, ferma le difficoltà con i time out e si trova a poter vincere il primo parziale quando è avanti 25-24. Foggia ferma tutto ed impatta. Alternanza di emozioni con la Folgore che viene agguantata a quota 26.
Falaschi fa 27-26 e chiude 28-26 il primo.
Nel secondo parziale l’equilibrio si blocca sul 6pari.
Capitanata in un attimo fugge via. Padroni di casa fallosi e che non riescono ad essere fluidi e caparbi come nella prima frazione. 15-20 è un margine ampio che i costieri alla fine riducono solo di un punto per il 21-25 che mette il fattore set in parità.
Memore del set precedente la Folgore è un rullo. Vola veloce sino al 12-7, poi si inceppa l’ingranaggio e Foggia rientra (13-13). Si procede punto a punto sino al nuovo +2 siglato da Palmieri.
Nuovo allungo (18-15), nuovo ribaltone e 19pari. Emozioni a gogo e Foggia avanti 20-22. Si bloccano i pugliesi, si sbloccano i costieri. La Folgore arriva a quota 22, la sorpassa 23, poi il rosso agli ospiti mette i bianco verdi nelle condizioni di battere per il set che si chiude 25-22.
Vuole chiuderla subito la Folgore che scappa in un amen sul 11-6. Gestisce il vantaggio Esposito che fa ruotare i suoi, cerca solidità in ricezione e tiene 15-11 gli avversari a distanza.
Le emozioni al Pala Atigliana sembrano essere tutte dietro l’angolo. Capitanata rimonta arriva ad impattare. Palmieri non si ferma e la Folgore chiude ancora ai vantaggi 27-25.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!