Basket, Pol.Vico Equense: primo test casalingo contro il Basket Team Stabia

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

vico immagineLa prima uscita stagionale tra le mura amiche dei ragazzi della Polisportiva Vico Equense è stata una festa a metà poiché è giunta una sconfitta per 39 a 54 contro il Basket Team Stabia. Nota positiva della partita è stata la maggiore presenza di pubblico sugli spalti del palazzetto di via Madonnelle per assistere alla gara dei ragazzi costieri. L’avversario di turno, questa volta, rappresentava uno step superiore utile per confrontarsi con realtà di altra estrazione. Infatti la formazione stabiese è una società militante nel campionato di Promozione con un po di benzina in più nelle gambe dal punto di vista atletico e anche con il campionato già avviato. La partita, però, si dimostra avvincente sebbene gli ospiti si portino avanti sin da subito con un break di vantaggio di ben 10 lunghezze. Vantaggio che rimane inalterato per tutta la partita con continui ribaltamenti di fronte e e difese che prevalgono. Negli ultimi dieci minuti i padroni di casa hanno un sussulto che li porta a dimezzare lo svantaggio fino ad arrivare a soli tre punti di distacco. Ma proprio sul più bello della rimonta, con un solo possesso di differenza fra le due squadre, i ragazzi di coach Vitale capitolano proprio nei minuti finali perdendo alla fine con uno scarto di quindici punti mentre il tabellone alla sirena finale riporta il risultato finale di 39 a 54. Nota assolutamente positiva, e da ribadire, la maggiore affluenza di pubblico sugli spalti.I cittadini vicani hanno risposto positivamente dimostrando quanta voglia ci sia di basket a Vico Equense, piazza assolutamente importante e di grande entusiasmo. Alla fine della partita sono arrivate puntuali le parole di coach Vitale per analizzare un test che ha comunque fornito qualche indicazione:“Dispiace per tutta la gente che è venuta a vederci e che crede in questo progetto almeno quanto noi. Di sicuro il nostro lavoro non si ferma davanti a una sconfitta, avvenuta comunque contro un avversario sicuramente più forte. Abbiamo ancora un mese e mezzo per prepararci all’inizio del campionato e sono certo che ci faremo trovare pronti, ho fiducia in questo gruppo”. Esordio per Gargiulo A. che mette a segno il suo primo canestro in carriera:“Sono molto contento del primo canestro, mi ha fatto piacere l’ovazione del pubblico. Siamo un buon gruppo ma dobbiamo continuare a lavorare per migliorare”. Parola anche a Catuogno:“Sconfitta amara soprattutto perché arrivata con un parziale più ampio di quello che meritavamo. La squadra, a tratti, ha giocato bene ma la cosa più importante è quella di poter rappresentare il proprio paese insieme a tutti i miei amici”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!