Verso Faiano – Massa Lubrense | Giovanni Grieco: “Prima la salvezza, poi puntiamo ai play-off”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Grieco (1)

In vista della gara tra Faiano e Massa Lubrense, che si terrà questo pomeriggio alle 15:30 presso lo stadio XXIII giugno della piccola cittadina nella piccola cittadina del salernitano, parliamo del match con il capitano dei padroni di casa Giovanni Grieco. 

Hai vissuto tutta la recente ascesa del Faiano. Vittoria del campionato di Promozione nel 2013 e due ottimi sesti posti in Eccellenza. Dove vuole arrivare quest’anno la tua squadra?

“Anche quest’anno il nostro primo obiettivo è la salvezza. Poi, una volta raggiunta, cercheremo di puntare ai play-off. Sarà sicuramente molto più dura perché quest’anno il livello del campionato si è alzato e tante squadre si sono rinforzate. Ci sono corazzate come il Città di Nocera, il Fc Sorrento, l’Ebolitana, le due Scafatesi, per cui l’asticella va alzandosi”.

Finora la legge del XXIII giugno si è rivelata implacabile. 4 punti su 5 conquistati tra le mura amiche, e contro avversari di spessore quali S. Antonio Abate e Fc Sorrento.

“Il nostro campo è sicuramente un’arma in più. Io sono qui a Faiano da 4 anni ed in questo arco di tempo abbiamo perso soltanto 5/6 partite. È sempre molto difficile batterci, qualunque sia il rivale di turno”.

Una squadra che non molla nulla. Il Faiano è riuscita a difendere l’1-0 dell’andata con un pareggio al “De Sica” di Positano. La punizione di Anastasio, una prodezza che porta agli ottavi.

“Assolutamente. Il Positano è un’ottima squadra che in campionato sta facendo molto bene. Fare risultato nell’impianto di Montepertuso non è mai facile per nessuno, per cui siamo davvero soddisfatti della prestazione e, ovviamente, della qualificazione agli ottavi”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Quali sono i calciatori della tua squadra che il Massa deve temere in maniere particolare?

“Partiamo dal portiere Senatore, il difensore Mirko Di Giacomo, Calabrese, Anastasio, Raffaele Di Giacomo, Nunziata ed anche ottimi “under” come Ruggiero e Magazzeno che ci stanno dando una grossa mano. Siamo un buon gruppo, un’ottima squadra e speriamo di riuscire ad allontanarci al più presto da questa zona bassa di classifica”.

Parlaci un po’ del mister Turco.

“Credo, senza paura di essere smentito, che abbiamo uno degli allenatori più bravi e preparati della categoria. Conosce tutti i giocatori, è in grado di rendere la propria squadra camaleontica, si adatta perfettamente alle caratteristiche degli avversari, e studia tantissimo gli schemi da palla inattiva. A mio parere questa categoria gli sta molto stretta”.

Avvio in salita per il Massa, che con solo 1 punto in 5 gare, ha assoluta necessità di far punti per tirarsi fuori dai bassifondi della classifica. Che partita ti aspetti?

“Mi aspetto che il Massa farà la partita della vita, perché ha bisogno di risollevarsi da una situazione di classifica molto complicata. Poi conosco alcuni calciatori come Lauro, che è in grado di fare la differenza in questa categoria”.

Hai già affrontato sia Città di Nocera che Fc Sorrento, le due squadre candidate alla vittoria finale. Quale ti ha impressionato di più e per quali motivi?

“Sono indubbiamente due corazzate, anche se ritengo il Città di Nocera leggermente favorito, in quanto a mio parere i calciatori guidati da Pasquale Esposito si sono calati maggiormente nella realtà del campionato di Eccellenza. In più, da corallino, mi auguro che il molossi possano vincere il campionato”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!