Verso FC Sorrento – Ebolitana, Turi: “Con questo gruppo al top non temo nessuno”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Mario Turi (foto Carmine Galano)

Mario Turi (foto Carmine Galano)

Archiviata la coppa Campania, con la sconfitta agrodolce al “San Francesco” di Nocera Inferiore valsa, comunque, l’accesso agli ottavi di finale, il Football Club Sorrento è atteso da un’altra delicata sfida, da disputare, stavolta tra le mura amiche dello stadio “Italia”, contro l’Ebolitana, quinta forza del campionato, reduce anch’essa dalla qualificazione nella competizione regionale: “Il campionato di Eccellenza di quest’anno sarà ricco di sfide importanti e difficili come quella che ci vedrà impegnati domani pomeriggio – analizza il tecnico costiero, Mario Turi. – In particolare, questa settimana ci ha riservato un trittico di partite a dir poco stimolati: prima il derby a Massa Lubrense, poi la sfida di coppa Campania a Nocera ed, infine, l’Ebolitana una buonissima squadra, che, senza dubbio, lotterà per un posto in zona play – off sino al termine della stagione e, come tale, va presa con le pinze ed affrontata al top delle nostre potenzialità. Dovremo correre e sudare al massimo per regalare una nuova gioia ai nostri sostenitori.”

Un mini ciclo di ferro che si concluderà la prossima settimana con la sfida all’U.S. Scafatese, una delle compagini che, attualmente, condivide la prima piazza con la formazione costiera. Quindici giorni letteralmente di fuoco, che non sembrano però spaventare particolarmente Turi: “Fortunatamente stiamo attraversando un momento di forma generale senz’altro positivo, senza nessuna defezione e, soprattutto, con una rosa variegata che ci permette di affrontare tour de force ravvicinati come questo potendo contare sempre su elementi di sicura affidabilità. In sede di mercato abbiamo cercato di costruire un rooster che fosse il giusto mix tra giocatori di esperienza e di prospettiva, tutti con personalità ed in particolare con le giuste qualità umane. A bocce ferme, posso tranquillamente dire che l’obiettivo è stato centrato in pieno perché, oltre alle buone prestazioni degli over, anche i giovani hanno dimostrato fin da subito di avere grandi qualità, permettendomi di fare tutte le scelte di formazione in assoluta tranquillità”.

La sfida di mercoledì al Città di Nocera ha restituito all’allenatore di Gragnano la certezza che, anche dal punto di vista mentale, la sua squadra possiede le giuste qualità: “Al San Francesco ho avuto l’ennesima dimostrazione che il gruppo a mia disposizione è solido e maturo. Nessuno si è mai abbattuto, né dopo il primo gol e né nell’intervallo, quando eravamo in svantaggio di due gol e virtualmente eliminati. Anzi, nella ripresa abbiamo fatto noi la partita, reagendo, peraltro su un campo difficile ed al cospetto di un’avversaria forte quanto noi, e trovando il gol qualificazione”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!