Coppa| San Vito Positano – Faiano 1-1, Guarracino: ” Ci faceva piacere passare ma non né facciamo un dramma. Da domani si ritorna a lavorare per la sfida col Valdiano”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
(Antonio Guarracino, tecnico del San Vito Positano. Foto Fusco)

(Antonio Guarracino, tecnico del San Vito Positano. Foto Fusco)

“Ottenere la qualificazione ci avrebbe sicuramente fatto piacere, ma allo stesso tempo di quest’eliminazione non ne faccio assolutamente un dramma. Siamo usciti contro una buona squadra che, non avendo una rosa molto variegata, è giunta in costiera tutti gli elementi a loro disposizione. Evidentemente ci tenevano ad andare avanti,  mentre io ho preferito dare spazio a chi finora ne aveva avuto minore”. Commenta così Antonio Guarracino, allenatore del San Vito Positano, il pareggio maturato al “De Sica” che blocca ai sedicesimi di finale il cammino dei giallorossi nella coppa Campania riservata alle società di Eccellenza e Promozione. Dopo il k.o. per 1-0 nella gara di andata in casa del Faiano, al Positano occorreva vincere almeno con due gol di scarto per centrare la qualificazione agli ottavi di finale, ma l’illusione dell’iniziale vantaggio di Inserra è stata presto smontata dal centro su punizione di Anastasio.

“Mi è servita tantissimo questa partita, soprattutto per valutare la condizione di alcuni singoli. Al di là della mancata qualificazione, abbiamo comunque fornito una buona prestazione,  concedendo solamente un tiro nello specchio della porta, peraltro su calcio di punizione, che si è tramutato in gol per un leggero infortunio di un nostro difensore che ha commesso fallo di mano. In fase offensiva, abbiamo creato almeno quattro occasioni per raddoppiare nel secondo tempo. In generale, è stata una buona prestazione dove anche chi in questo inizio di stagione ha avuto meno minuti a disposizione ha dimostrato di una buona condizione: abbiamo giocato con un buon ritmo anche il secondo tempo,  salvo gli ultimi dieci minuti, dove, nonostante ho inserito due attaccanti freschi, il contraccolpo psicologico del pareggio ha avuto il sopravvento”.

La scelta della rivoluzione nell’undici titolare è, quindi, dovuta sia al fatto di far mettere minutaggio nelle gambe, ma anche al fatto che: “ci tenevo anche a dare spazio a qualcuno che durante la stagione può o deve rientrare grazie alle proprie capacità, o a nostro mal grado per le squalifiche o eventuali altri infortuni che potranno sopravvenire, visto che abbiamo già perso un elemento dall’inizio come Di Leva poi Gargiulo, ma nel calcio queste vicende sono fisiologiche, ed è importante che avvenga a causa di traumi e non per affaticamento muscolare”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!