Mario Turi: “Nocerina e Fc Sorrento in palla e con grandi organici”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
L'analisi di Turi in vista del big match di coppa contro la Nocerina

L’analisi di Turi in vista del big match di coppa contro la Nocerina

“Si affronteranno due squadre sicuramente in salute e con organici di tutto rispetto per la categoria”.
Mario Turi sviscera così quella che sarà Nocerina – Football Club Sorrento. Una gara nella gara, un testa a testa anche in coppa per le due reginette del mercato estivo. Due roster di primo pelo che per il tecnico costiero si differenziano solo per “il modo d’intendere il calcio, ma alla lunga credo che in campionato la corsa al primo posto li vedrà sicuramente come nostri antagonisti più agguerriti”.
Un sedicesimo a chiare tinte rossonere, dunque, per due squadre che sono reduci da due successi in campionato.
“Arriviamo bene a questa gara, così come sono sicuro anche i nostri avversari l’avranno preparata nel minimo dettaglio”.
Studio del dettaglio e applicazione, questa la ricetta di Turi in vista del big-match al San Francesco. Uno stadio che rappresenta “una di quelle componenti che può sicuramente darti una carica in più”.
In casa Nocerina non ci sarà da sfruttare solo il fattore stadio, ma anche quello delle assenze. Sì, perché nelle fila dei costieri mancherà la punta di diamante Francesco Scarpa.
“L’assenza di Scarpa non ci snaturerà, cercheremo di fare la nostra solita partita, senza fare barricate e giocando come un corpo unico pur con interpreti diversi. I principi del nostro modo di intendere il calcio resteranno immutati: squadra corta, pressing alto e continuo sull’avversario, ripartenze immediate e giocate veloci ed in verticale saranno le solite armi con cui affronteremo il Città di Nocera”.
Sarà realmente così? Questo l’interrogativo per tanti, ma non per Turi che risolve il dubbio su chi prevede la Maginot costiera.
Sebbene non ci sarà difesa ad oltranza, l’allenatore dei rossoneri si gode il momento di grazia del suo gruppo. Un momento che dice solo un gol subito in cinque uscite ufficiali in campionato.
“Il merito è di tutti”, conclude, “Con il dinamismo e le giuste distanze potremmo disinnescare anche un attacco importante come quello molosso. I miei giocatori preferiscono giocare più davanti ad un pubblico caloroso che ad uno silenzioso, in campo ci vanno loro”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!