Massa Lubrense – Castel San Giorgio 1-2, top e flop

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Apporto fondamentale in mediana per Vitiello

Apporto fondamentale in mediana per Vitiello

Una sconfitta che brucia tanto in casa Massa Lubrense al cospetto di un Castel San Giorgio abile a serrar le fila e pungere con la stazza del suo difensore Porzio. Ecco i top ed i flop di giornata in casa nero azzurra.

Top:

Izzo: Chiari segnali di crescita per il classe ’97 che tiene bene in fascia e spinge con tanta determinazione. Appoggia Cacace con la costanza e la freschezza della propria età.

Ambrosio: Se gli under rappresentavano un problema sino a pochi giorni fa, i nuovi innesti danno linfa e giocate a Cuomo. Bene nel primo tempo, una chance nella ripresa, peccato  sia stata scelya la soluzione sbagliata.

Vitiello: Cerca di essere l’ancora o, meglio, il volano di tutta la manovra. Rincula a chiudere, stantuffa in appoggio di Lauro. Un peccato non avere anche l’ultimo tocco determinate. Quando cala, i nero azzurri si spezzano ed il fiato manca.

Veniero: Impegnato da volante davanti alla difesa, il giovane metese ci mette tanti zampini nel sporcare le linee di passaggio dei rossoblu. Lucido nel giro palla, ma cala perché non supportato a dovere.

Flop:

Sbaglia la rete del vantaggio e non riesce più a riprendersi Marcello Cacace

Sbaglia la rete del vantaggio e non riesce più a riprendersi Marcello Cacace

Apreda: Non è il solo della difesa a cadere nella saga degli orrori. Poco lucido, sembra accusare la pressione del l’attesa.

Cacace: Sbaglia il gol del vantaggio in modo clamoroso, prova una valanga di uno contro uno, ma Villacaro lo bracca e lo riduce ai minimi termini.

Breglia: Il suo furore agonistico dovrebbe essere messo a disposizione della squadra, non dell’avversario. Rischia il cartellino in almeno tre circostanze, quando viene graziato da Balbo. Un cambio di passo in negativo per chi cambia le gare a favore dei suoi colori.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!