Vigilia di FC Sorrento – S.Antonio Abate, Turi: “Carichi e attenti per continuare la striscia positiva”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Mario Turi (foto Carmine Galano)

Mario Turi (foto Carmine Galano)

Primo, vero, banco di prova per il Football Club Sorrento. Domani, tra le mura amiche dello stadio “Italia”, la formazione rossonera ospita il Sant’Antonio Abate, compagine non di prima fascia ma dotata di qualità ed esperienza tali da rappresentare un ostacolo che, se preso sotto gamba, potrebbe anche rivelarsi difficile da scavalcare: “Sin da martedì abbiamo preparato la sfida ai giallorossi con la consapevolezza di affrontare un avversario con una caratura diversa rispetto a quelli incontrati finora, con alcuni giocatori importanti e, soprattutto, voglioso di fare bella figura. – analizza il tecnico costiero Mario Turi. – Già questo dev’essere abbastanza per far alzare l’asticella dell’attenzione in tutti i giocatori. Dal canto nostro, comunque, scenderemo in campo per fare bottino pieno e continuare la nostra striscia positiva”.

La sfida agli uomini allenati da Michele Cimmino rappresenterà anche l’occasione per dimostrare a Franco Giglio quel cambio di atteggiamento rispetto alla trasferta di Castel San Giorgio che il coordinatore del progetto rossonero ha richiesto martedì pomeriggio alla ripresa degli allenamenti: “L’invito fattoci di essere carichi fino all’ultimo minuto della partita è assolutamente legittimo. Il primo tempo di Castel San Giorgio non mi è dispiaciuto, considerate tutte le occasioni da gol create ai punti avremmo dovuto chiuderlo almeno sul doppio vantaggio. Dopo i primi dieci minuti di assestamento in cui abbiamo preso le misure all’avversario siamo stati noi gli unici padroni del campo, creando tante occasioni da gol e avendo a nostro sfavore una decisione dell’arbitro che ci ha negato un rigore nettissimo. Probabilmente abbiamo pensato di aver vinto la partita troppo presto ed abbiamo quindi inconsciamente abbassato i ritmi, concedendo ai nostri avversari solamente un’occasione, peraltro sfruttata a tempo abbondantemente scaduto. Cali di questo tipo non sono ammissibili perché in futuro potrebbero costarci caro”.

Rispetto alla gara giocata nell’agro nocerino sarnese, Turi potrebbe leggermente mischiare le carte. Con Di Donna e Sozio out per infortunio e Vanin ancora in attesa del transfert, l’allenatore gragnanese potrebbe puntare nuovamente su Gargiulo, fermato a Castel San Giorgio da un piccolo problema muscolare, al centro dell’attacco, e medita sulla possibilità di dare spazio in mediana a Serrapica e De Rosa al posto di Esposito e Maisto, con l’inserimento sulla corsia di destra dell’under Cappelluccio: “La formazione non è mai scontata, in tutti i reparti ho valide alternative e di partita in partita farò le scelte anche in base alle caratteristiche dell’avversario. Inoltre, come ripeto sempre, i nostri cambi devono essere dei valori aggiunti perché quando faccio una sostituzione voglia che chi entra mi dia di più del compagno sostituito e dia una scossa alla partita”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!