Valdiano – Massa Lubrense 2-1 | Cuomo: Dobbiamo lavorare per oliare alcuni meccanismi. Il campo ci ha penalizzato.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Foto: Carmine Galano

Foto: Carmine Galano

Al termine del match tra Valdiano e Massa Lubrense il mister dei costieri, Federico Cuomo, non riesce a nascondere l’amarezza per una sconfitta scaturita al termine di un match in cui i nerazzurri hanno fatto per larghi tratti la partita, creando tante occasioni senza però riuscire a concretizzarle a dovere. Nel calcio chi sbaglia paga, ed a festeggiare è stato così il Valdiano.

La partita si è messa subito sui binari giusti. Lauro porta in vantaggio il Massa e serve una gran palla a Gargiulo che, se concretizzata, avrebbe messo una seria ipoteca sul match. Per ironia della sorte, pochi istanti dopo, il Valdiano pareggia e la partita cambia totalmente.

“Purtroppo se ti presenti in trasferta, sblocchi subito la partita, hai addirittura le occasioni per chiuderla ma non le concretizzi, allora vuol dire che meriti di perdere”.

Il Valdiano ha messo continuamente in difficoltà la tua squadra con lanci lunghi volti a sfruttare gli svarioni difensivi lungo l’out destro. Ritieni che in quella porzione di campo si è persa la partita o le cause sono altre?

“Anche il pessimo terreno di gioco si è rivelato un grosso problema per la mia squadra. Non mi aspettavo che il campo potesse essere così rovinato, rendendo quasi impossibile fare perfino due passaggi di seguito. Il Valdiano, ovviamente, è abituato ed il loro mister ha sviluppato un gioco diverso, adatto a sfruttare la caratteristiche di questo campo così infido”.

Il Massa esce sconfitto pur avendo fatto più gioco e creato le migliori occasioni da gol.

“Già mi sembrava un peccato tornare da Teggiano con un solo punto all’attivo, figuriamoci dopo aver addirittura perso la partita nei minuti finali”.

Si continuano a prendere gol in fotocopia. Da una ripartenza, gol decisivo subito ancora una volta sul lato debole.

“Disgraziatamente sono errori che si ripetono. I due gol contro il Valdiano e quelli con la Scafatese 1922 sono nati tutto nello stesso identico modo. Ciò significa che dobbiamo lavorare ancora di più per sistemare alcuni meccanismi che non stanno ancora funzionando a dovere”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!