Massa sprecone. Il Valdiano ringrazia e fa suo il match

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

11836796_1161592263855643_8123233020372396677_n

Brutto passo falso del Massa Lubrense che, sull’infido campo sterrato del Valdiano, perde una ghiotta occasione per far suo un importante scontro diretto in chiave salvezza e staccare Sorrento Calcio e Castel San Giorno in fondo alla classifica a quota 0 punti.
Un terreno di gioco ai limiti della praticabilità ha condizionato pesantemente le trame di gioco della compagine guidata da Federico Cuomo, basate su giro palla ed aperture illuminanti verso gli esterni o le punte che attaccano lo spazio in profondità. Nonostante ciò i costieri hanno tanto da recriminare. In avvio passano subito in vantaggio con il solito Luca Lauro, poi sprecano tante occasioni per chiudere il match ed infine, per la storica legge del calcio, incassano una dura sconfitta in rimonta a causa di svarioni difensivi su cui lavorare tanto affinché non si ripetano più in futuro.
Il mister nerazzurro ritorna alle origini, e schiera la sua squadra con il 3-5-2. Malafronte, Esposito e Siniscalchi a difesa della porta di Fiorentino. Vanacore ed Izzo prendono posto sugli esterni con Vinaccia, Altieri e Vitiello a far densità in mediana. In attacco Gargiulo affianca il bomber Luca Lauro. Il Massa parte subito fortissimo e sfiora immediatamente il gol con una punizione di Lauro che termina di poco al lato alla sinistra del portiere. Al 2’ Vinaccia lancia Gargiulo che conclude al lato. È solo il preludio al vantaggio nerazzurro. Intervento in ritardo di Malito su Vitiello in area di rigore con l’arbitro che decreta la massima punizione. Dagli undici metri calcia Lauro, che realizza spiazzando l’under Zaina con freddezza. Per l’attaccante di Torre Annunziata è il secondo centro in due gare di campionato. All’8’ il Massa potrebbe chiudere il match con Gargiulo che, lanciato alla perfezione da Lauro, perde il tempo lasciandosi ipnotizzare da Zaina. Pochi minuti dopo, alla prima vera proiezione offensiva, il Valdiano trova il pari. Lungo lancio dalle retrovie di Giordano, la difesa si addormenta e la sfera perviene tra i piedi di Costanzo che supera Fiorentino in uscita con un pallonetto. Il Massa non ci sta e si fionda in attacco a testa bassa. Al 22’ Lauro serve Gargiulo, la cui girata si perde alta. Passano un paio di minuti ed il Valdiano rischia la frittata. Calandriello scivola in area di rigore e Lauro, da buon rapace, ne approfitta per far partire un gran diagonale su cui Zaina si oppone come può ma nessuno si fa trovare pronto per il tap-in vincente. Al 40’ Vitiello, dal lato corto sinistro dell’area di rigore, prova a sorprendere Zaina ma senza esito. L’ultima azione degna di nota è del Valdiano, con una conclusione di Costanzo respinta con sicurezza da Fiorentino. In avvio di ripresa i padroni di casa hanno una grandissima occasione per passare in vantaggio. Malafronte, girato di spalle, colpisce involontariamente il pallone con la mano. L’arbitro, sbagliando, concede il calcio di rigore, ma Spinelli spreca calciando al lato alla sinistra di Fiorentino. Poco dopo ci prova Scudiero dalla distanza ma non trova la porta. Al 56’ i costieri si fanno di nuovo vivi con Vinaccia che incorna debolmente su cross dalla sinistra di Vitiello. Al 76’ Breglia, dalla distanza, non trova il bersaglio. Quindi, dopo un’azione confusa in area di rigore nerazzurra al termine della quale Costanzo impegna severamente Fiorentino, il Valdiano opera il sorpasso. I nerazzurri non riescono a sfruttare una buona occasione in fase offensiva e, sulla ripartenza, Sepe serve Pascuzzo che approfitta di una marcatura molto larga di Malafronte per sfuggirgli via e battere Fiorentino con un preciso diagonale. A un minuto dalla fine Spinelli sfiora il tris con un tiro a giro che termina largo. In pieno recupero l’ultima chance per pervenire ad un meritatissimo pari capita sui piedi di Ambrosio, che però cincischia dopo una goffa respinta di Zaina su punizione di Lauro.
Il Massa dimostra evidenti progressi ma i tre punti vanno al Valdiano. Sabato prossimo, al “Cerulli” arriva il Castel San Giorgio per un altro scontro diretto che non si può fallire.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!