Massa Lubrense-Scafatese 1922 1-4 / Il racconto del match

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Foto: Carmine Galano

Foto: Carmine Galano

Esordio amaro per il Massa Lubrense di Federico Cuomo, costretto ad alzare bandiera bianca al cospetto di una squadra, la Scafatese 1922, che si appresta a recitare un ruolo da protagonista nel Girone B del Campionato Regionale di Eccellenza. Nella griglia di partenza i canarini vengono subito dopo Fc Sorrento e Città di Nocera, con tutta la voglia di farsi trovare pronti in caso di eventuali colpi di scena.
Una sconfitta che, seppur netta sul piano del risultato, lascia l’amaro in bocca per il modo in cui è maturata. Il Massa lascia che la squadra guidata da Macera mantenga il pallino del gioco, provando a trovare gli spazi giusti per far male in ripartenza. Gli ospiti fanno per larghi tratti la partita, cercando di vincere il match creando superiorità numerica sulle fasce attraverso le costanti sovrapposizioni dei terzini a supporto di Fogliamanzillo e soprattutto Di Ruocco. Quest’ultimo vera e propria spina nel fianco per la retroguardia nerazzurra. Un dominio però sterile che, soprattutto nel primo tempo, non si traduce quasi mai in nitide occasioni, mentre i gol nascono principalmente da ingenuità o episodi poco fortunati.
Entrambe le squadre giungono all’esordio in stagione regolare con il morale a mille, frutto dei successi ottenuti domenica scorsa nei match di apertura del primo turno di Coppa Campania. I nerazzurri avevano infatti espugnato il campo del Costa d’Amalfi grazie ad una rete di Luca Lauro, mentre la squadra di Macera si era imposta con un roboante 6-0 sul terreno del Serino grazie ad una doppietta di Saurino ed alle reti di Borriello, Esposito, Sorrentino e Pepe.
Il mister Cuomo cambia soltanto due undicesimi della formazione scesa in campo in quel di Maiori. Vanacore sostituisce Malafronte nel ruolo di terzino destro, mentre per quanto riguarda la linea offensiva Castellano rimpiazza De Simone. Il classe ’98 va a sistemarsi sulla fascia destra con Cacace sull’out opposto ed il bomber Luca Lauro al centro dell’attacco.
Al 5’ Di Ruocco va via lungo l’out sinistro a Izzo che lo stende. Calcio di rigore che Teta trasforma insaccando alla destra di Stinga. Il Massa non sta a guardare e va vicino al pari con Esposito e Lauro, mentre i canarini si fanno pericolosi con Guidelli e Di Ruocco.
Nella ripresa, dopo una gran girata di Vitiello che sfiora il pari, giunge la doccia fredda. Minuto 58. Perno sostituisce Castellano e va a ricoprire il ruolo di terzino sinistro con Izzo che avanza sulla linea degli attaccanti. Passa appena un minuto ed un incontenibile Di Ruocco manda all’aria con troppa facilità lo stesso Perno e serve al centro un pallone d’oro che Saurino deve solo depositare in rete a tu per tu con Stinga. Al 63′ sembra già notte fonda. Fallo dubbio a centrocampo di Cacace, già ammonito, su Gallo. Il direttore di gara, la cui gestione dei falli è stata alquanto discutibile, vede gli estremi per un secondo giallo e manda l’attaccante nerazzurro anzitempo negli spogliatoi. Tale mazzata metterebbe ko qualsiasi squadra non dotata di sufficiente personalità. Il Massa, invece, non solo reagisce ma riesce anche ad accorciare le distanze con Lauro che, lanciato in verticale da Vitiello fredda Capece con un preciso diagonale. Al 77′ si capisce chiaramente che la fortuna abbia deciso di voltare le spalle alla squadra costiera. Punizione dalla destra di Altieri con Capece che blocca su colpo si testa di Lauro. Sul lungo rilancio del portiere, i centrali sono ancora alti e la squadra è lenta nel riposizionarsi. La sfera raggiunge Saurino che parte in contropiede, supera in velocità Vinaccia e batte imparabilmente Stinga. Al 90’ il Massa resta in 9. Fallo di Apreda sul solito Saurino lanciato a rete. Rosso per il centrale nerazzurro e secondo rigore per la Scafatese. Con Teta in panchina sostituito da Sorrentino, dal dischetto va Saurino che si fa ipnotizzare da Stinga. Un minuto dopo l’attaccante dei canarini realizza la sua personale tripletta incrociando sul secondo palo un perfetto lancio di Guidelli.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!