Slalom, Campionato Italiano: Vinaccia è terzo ad Erice

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Terzo posto per Vinaccia ad Erice

Terzo posto per Vinaccia ad Erice

Podio tricolore per Luigi Vinaccia in quel di Erice.
L’alfiere della Campobasso corse è il migliore costiero in gara nella tappa di Campionato Italiano in Sicilia nel corso della 13esima edizione dello Slalom dell’Agro-Ericino.
Nel Valderice in provincia di Trapani ad imporsi nella generale è Giuseppe Gullotta su Radical Sr4, In seconda pizza chiude Giuseppe Castiglione, mentre sul gradino più basso del podio si piazza Vinaccia a circa 3 secondi di differenza dal vincitore.
Quarta piazza per il vice campione italiano Fabio Emanuele seguito a due secondi dal campione in carica Salvatore Venanzio.
La Radical di Venanzio ha accusato qualche piccolo problemino nel corso dell’ultima salita. Problemino che non ha consentito all’alfiere dell’Autosport Sorrento di provare ad abbassare il proprio tempo.
Un tempo ottenuto come Vinaccia, Emanuele e Castiglione nel corso della seconda salita.
Lo scratch che ha portato al successo Gullotta, invece, è stato realizzato nel corso della prima salita.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!