Fine settimana all’insegna del vento in poppa con il “Trofeo Eduardo de Martino”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

trofeo velaEcco che arriva il secondo week-end di settembre. Un fine settimana diverso per gli amanti della vela.
Infatti, le acque del golfo di Sorrento ospiteranno la XXIII edizione della regata per vele d’epoca “Trofeo Eduardo de Martino”.
Una gara intitolata all’illustre marinista nato a Meta nella seconda metà dell’Ottocento e vanto dell’intera penisola.
La manifestazione sarà organizzata come sempre dall’associazione velico culturale “Asso vela a tarchia” che, da sempre, con il suo presidente il Comandante Giancarlo Antonetti si batte per il recupero e la salvaguardia delle tradizione marinare della penisola, dal Circolo nautico Marina di Alimuri grazie al suo presidente, Fulvio Cafiero, garantisce il supporto tecnico della manifestazione con la sezione delle Vele d’epoca e la sezione sorrentina di Italia Nostra grazie allo storico Massimo Maresca conferisce prestigio e professionalità all’evento.
La serata marinara sarà organizzata dall’Antico cantiere del legno Aprea di Marina grande.
Come sempre si aspettano le belle barche di legno con le loro storie come “Italia”, otto metri stazza internazionale vincitrice delle olimpiadi di Kiel del 1936, i monotipi del golfo “Aquila” e “Falco” protagonisti di memorabili sfide, i bellissimi Sangermani “Ala di sogno” e “Lisca” vincitori del premio omologia ed autenticità negli anni scorsi, le bellissime ed impegnative barche da crociera “Tampasia” e “Filly” da Napoli che non mancano mai all’appuntamento, la storica goletta Vera, i tradizionali gozzi a vela latina da Pisciotta, Sapri e Salerno.trofeo 1
Non mancheranno neppure le lance e i gozzetti degli appassionati Amici del mare di Meta, i piccoli gioielli in legno dinghy “Fara” ,“Angi”, “Sunshine”, “Birichizzo” e, dulcis in fondo, la gloriosa flotta a vela latina cha tanto lustro ha dato negli ultimi anni alla città di Sorrento a cominciare dalla lancia “Angelina”, dal gozzetto “Salvatore”, trionfatori nelle loro classi nei vari circuiti a vela latina, dal gozzetto “Castaviello” e dalla lancetta “Refola” di Marina del Cantone.
Non può e non mancherà il glorioso gozzo a menaide “Santa Rosa” che danni è sempre primo nelle regate a vela latina e nel 2005 è stato trionfatore, come nel 2004, del Circuito internazionale di vela latina, premiato a Genova, e vincitore del premio CHALLENGE Presidente della Repubblica “Carlo Azeglio Ciampi” nella storica regata di Stintino in Sardegna nel 2006.
La manifestazione avrà il patrocinio del Comune di Sorrento, e si svolgerà i giorni 11 12 e 13 settembre 2015 nel porto di Sorrento.
La prima regata si svolgerà sabato alle 13. In serata la cena per tutti gli equipaggi in lizza per il successo.
Nel secondo giorni di competizione, sempre alle 13, l’atto conclusivo.
Il tempo di rifoccilarsi e la premiazione al bar Ruccio come da tradizione.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!