Buona la prima: Luca Lauro regala la vittoria al Massa

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

11140304_1150768474938022_4997241155207928522_n

COSTA D’AMALFI – MASSA LUBRENSE 0-1 (0-0)
MARCATORE: 4’ st Lauro

COSTA D’AMALFI: Mammato E., Tasca, Passaro, Ruggiero (18’ st Di Crescenzo), Sammarco, D’Elia, Cestaro, Vissicchio, Cuomo (16’ st Buonocore G.), Apicella, Buonocore V.
A disp: Della Spada, Migliaccio, Silvestri, Savastano, Mammato M.

MASSA LUBRENSE: Fiorentino, Malafronte (46’ st Vanacore), Izzo, Altieri, Esposito, Apreda, Vinaccia (43’ st Veniero), Vitiello, De Simone (27’ st Castellano), Cacace, Lauro.
A disp: Stinga, Fiore, Perno, Volpe.

Arbitro: Isernia di Castellammare di Stabia.
Ammoniti: Apicella (C); Altieri, Vitiello, Lauro (M)
Espulso: 6’ st Sammarco (C) per doppia ammonizione
Angoli: 1-3
Recupero: 1pt/4st

Buona la prima. Il Massa Lubrense fa la voce grossa, e nella prima partita ufficiale della stagione si impone per 1-0 sul campo del Costa D’Amalfi. C’era tanta curiosità per vedere all’opera i nerazzurri e verificarne i progressi sul piano tecnico e tattico contro una compagine tignosa che ha concluso al decimo scorso il girone B di Promozione nella passata stagione.
Il mister Federico Cuomo si affida al 4-3-3 che ha dato ottime risposte nelle ultime amichevoli e manda subito in campo due nuovi acquisti perfezionati negli ultimi giorni dalla dirigenza costiera: Esposito e Vitiello.
Al 3’ prima occasione per i padroni di casa, in campo in maglia arancione, con Apicella che colpisce si testa su azione d’angolo. Un minuto dopo il Massa va vicinissimo al vantaggio. Cross dalla sinistra di Izzo, respinge la difesa e gran tiro di Vinaccia su cui si oppone Mammato in corner. All’8’ Apicella vince un contrasto e, da fuori area, fa partire un tiro che si perde largo alla destra di Fiorentino. I padroni di casa spingono, ed all’11 colpiscono la traversa con Cuomo, che inzucca un cross dalla sinistra di Vissicchio. Al 19’ Cacace impegna Mammato con un tiro da fuori area. Quindi è Fiorentino a dover compiere un miracolo su Cuomo, lanciato a tu per tu con il portiere nerazzurro. La partita è vibrante e tante sono le occasioni da una parte e dall’atra. Al 21’ il Massa pareggia il conto dei legni. Cross di Vinaccia dalla destra e D’Elia, nel tentativo di spazzare, colpisce il palo alla sinistra del proprio portiere. Dopo un tiro di Apicella terminato al lato, il finale della prima frazione di gioco è tutto di marca nerazzurra. Al 32’ corner dalla sinistra di Cacace, sponda di Vinaccia e girata di Esposito che si perde alta. Successivamente, dopo una conclusione fin troppo velleitaria di Malafronte, il bomber Lauro ha due grandi occasioni per sbloccare il risultato. Al 38’ svetta altissimo su un centro di Cacace ed in pieno recupero ci prova con una bella girata da dentro l’area di rigore. In entrambi i casi, la mira è però imprecisa.
In avvio di ripresa il Massa passa in vantaggio. Minuto 51: Cacace va via sull’out sinistro e pennella un cross al bacio per Lauro, che di testa insacca sul secondo palo. Passano solo sue minuti ed il Costa D’Amalfi resta in 10. Fallo di mano di Sammarco a centrocampo. L’arbitro, molto fiscale, sanziona l’irregolarità con il secondo giallo ed il calciatore va anzitempo sotto la doccia. Al 56’ il Massa potrebbe chiudere il match. Cross di Izzo dalla sinistra, Cacace si fa respingere la conclusione dalla difesa e Lauro non riesce a ribattere a rete.
Paradossalmente la superiorità numerica si rivela deleteria per la squadra di Federico Cuomo. La squadra si disunisce un po’, arretra il baricentro concedendo qualche spazio di troppo ai padroni di casa che provano disperatamente a rientrare in partita. Al 65’ Fiorentino vola a togliere dal sette alla sua destra un tiro velenoso di Di Crescenzo dal limite dell’area. Quindi Sammarco, di testa, colpisce alto su corner dalla sinistra. Al 78’ Esposito, sempre presente nell’area di rigore avversaria in occasione dei calci piazzati, stacca su punizione di Altieri, ma Mammato è attento e trattiene la sfera. All’84 ci prova Apicella su punizione ma senza esito. Dopo qualche scintilla per un contatto al limite in area nerazzura tra Malafronte ed Apicella che il direttore di gara lascia correre, e 4 intensi minuti di recupero, il Massa Lubrense può festeggiare una vittoria che è un’ottima iniezione di fiducia in vista dell’esordio in campionato contro la Scafatese 1922.

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!