Massa Lubrense ko al “Solaro” contro l’Ercolano (0-3). Sabato l’esordio in Coppa Campania.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

ercolano massa

Terza amichevole per il Massa Lubrense di Federico Cuomo che ieri pomeriggio è andato a far visita all’Ercolano, compagine ambiziosa che punta a recitare un ruolo da assoluta protagonista nel Girone A di Eccellenza.
Il mister costiero conferma il cambio di modulo, e parte dal primo minuto con quel 4-3-3 che ha dato equilibrio, dinamismo ed imprevedibilità ai nerazzurri, quando utilizzato in corso d’opera per fronteggiare il Gragnano appena pochi giorni fa.
Tra i pali c’è Stinga, protetto da Malafronte e Fiore con Vanacore ed Izzo sugli esterni. Davanti alla difesa staziona Altieri con Vinaccia alla sua destra e Veniero alla sua sinistra. Linea offensiva formata da Cacace, Gargiulo e Lauro.
Al 9’ si fa subito pericoloso l’Ercolano, con un colpo di testa di Costantino su calcio piazzato di Salvati, ma la sfera finisce alta. Il Massa, però non sta a guardare. Passano due minuti e Lauro, imbeccato da Vinaccia, fa partire una gran botta da fuori su cui Ferrieri deve superarsi per spizzare il pallone sulla traversa. Quindi tocca a Gargiulo sfiorare il vantaggio, con un’inzuccata larga su cross interessante di Izzo. Nel momento migliore dei costieri giunge la beffa. El Ouazni, partito in posizione dubbia, viene atterrato in area da Stinga procurandosi l’inevitabile calcio di rigore. Dal dischetto va Pianese che insacca alla sinistra dell’estremo difensore costiero. È un Massa diverso, che gioca con personalità. Non accusa il colpo e si riversa con buone trame di gioco in attacco alla ricerca del pari. Al 20’ Veniero serve Altieri, il cui tiro dalla lunga distanza si perde di poco al lato alla destra di Ferrieri. L’onda nerazzurra non si placa e pochi minuti dopo Vinaccia cicca clamorosamente da distanza ravvicinata su assist dalla sinistra di Gargiulo. Alla mezz’ora Fiore si immola per salvare in corner su Kafazi. Nell’ultimo quarto d’ora di gioco i granata di Vitter prendono le misure al Massa e si fanno pericolosi in diverse occasioni. Ci prova prima Salvati, di testa, su azione da calcio d’angolo. Quindi, al 34’, Caso Naturale sfiora l’incrocio dei pali con una gran botta dalla lunga distanza. È solo il preludio al raddoppio dell’Ercolano, che porta la firma dello stesso esterno offensivo granata. Al 38’ infatti Caso Naturale recupera un pallone in mischia e fa partire un preciso diagonale che va ad insaccarsi nell’angolino basso alla sinistra di un incolpevole Stinga. Portiere costiero chiamato ancora  una volta agli straordinari per bloccare  un tiro a giro dalla destra di Pianese.
Nella ripresa l’Ercolano parte subito fortissimo. Al 48’ El Ouazni vince di fisico il duello con Fiore e fa partire un tracciante respinto alla grande da Stinga, che concede il bis un paio di minuti dopo su Costantino. Al 55’ Pianese, servito da El Ouazni, calcia di poco alto sopra la traversa. Quindi, dopo un’altra parata super di Stinga su Carnicelli, El Ouazni colpisce in pieno la traversa da distanza ravvicinata. Il Massa si rivede dalle parti di Bencivenga soltanto all’84 con un tiro di Vinaccia che finisce tra le braccia dell’estremo difensore granata. All’88 l’Ercolano cala il tris con un tiro da fuori area di Carnicelli che sorprende Iaccarino, subentrato nei minuti finali a Stinga. Girandola di sostituzioni che ha visto coinvolti anche Perno, Valestra, E. Apreda, Volpe e De Simone.
A voler tracciare un primo bilancio dopo i primi test amichevoli, c’è innanzitutto da dire che vanno analizzate le prestazioni più che i risultati, dal momento che gli sparring partner scelti dal Massa sono stati sostanzialmente fuori portata. Sia per tasso tecnico che per grado di preparazione. Il test di ieri è stato di gran lunga il più convincente, tanto che nonostante il ko si sono visti progressi sul piano dell’approccio alla gara (subito propositivo), del carattere e del gioco. Miglioramenti che dovranno essere confermati già da sabato quando inizieranno le gare che contano e che segneranno la marcia di avvicinamento al campionato. Il 5 settembre alle ore 16:00 presso il “San Martino” di Maiori è già tempo di Coppa Campania. Il Massa è ospite del Costa d’Amalfi per far propri i primi tre punti della nuova stagione.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!