FC Sorrento imballato, l’Equipe Campania si prende la rivincita

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il capitano rossonero Francesco Scarpa, suo il gol, su rigore, nella sconfitta per 3-1 contro l'Equipe Campania.

Il capitano rossonero Francesco Scarpa, suo il gol, su rigore, nella sconfitta per 3-1 contro l’Equipe Campania.

Vistosamente imballato, il FC Sorrento cede 3-1 nell’amichevole con l’Equipe Campania Soccer del responsabile AIC Antonio Trovato. L’allenamento in mattinata e le due sedute di forza svolte da inizio settimana piegano palesemente le gambe agli uomini in maglia rossonera, opposti ad un’Equipe Campania nettamente più pimpante, sbarcata in costiera con nessun under e tutti i big ancora al lavoro in quel di Qualiano agli ordini del tecnico Guglielmo Todisco.

Che l’Equipe abbia il dente avvelenato dopo il 10-2 di sabato scorso lo si capisce dopo nemmeno un giro di lancette, tempo che basta a Sasà Sibilli per cogliere impreparata la difesa di casa comandata dai due centrali Di Donna e Scognamiglio e far correre il primo brivido al centinaio di tifosi presenti allo stadio “Italia” con un destro dalla distanza che termina di un soffio alto. Nelle prime battute del match, Sibilli è tra i più attivi: la cerniera di centrocampo costruita da Turi con Serrapica regista e Temponi e Maisto interni fatica a prendere le misure all’ex Sant’Agnello che al 13’ riceve palla tra le linee e lancia nel corridoio Conte, abile ad eludere la tattica del fuorigioco e a trafiggere Russo nell’uno contro uno. Due minuti dopo la rappresentativa degli svincolati trova anche il raddoppio: Russo, uscito ampiamente dai pali su una palla in profondità, rinvia centralmente proprio tra i piedi di Sibilli che da circa quaranta metri ha vita facile a trovare lo specchio della porta. Il doppio schiaffo repentino sveglia i costieri, che davanti, con Vitale ai box per un affaticamento muscolare, si affidano a capitan Scarpa, Fragiello ed al giovane Marino. Ed è proprio il più piccolo del lotto, cresciuto nel vivaio santanellese, a creare la prima, vera, occasione da gol di marca rossonera, con un pallone filtrante che Fragiello, in leggero ritardo, non riesce a ribadire in rete per l’uscita tempestiva di Despusches, sulla cui ribattuta Scarpa, di testa, non riesce ad incidere. Al 32’ è ancora Marino protagonista: il classe 1998 scambia sull’out sinistro con l’altro baby De Gregorio, rientra sul destro e chiama all’intervento con i pugni l’ex estremo difensore dell’Aversa Normanna. Il gol costiero è nell’aria ed arriva due minuti dopo: Allocca cade nel tranello di Scarpa e lo atterra in area di rigore. Dal dischetto la trasformazione del capitano è perfetta. Nel finale di frazione c’è ancora tempo per un occasione targata Equipe: Conte va via a De Gregorio e crossa sul secondo palo ma Gennaro Esposito non è freddo abbastanza e di testa, da due passi, spedisce alto.

Tra i più positivi della prima frazione di gioco, il classe 1998 Giuseppe Marino

Tra i più positivi della prima frazione di gioco, il classe 1998 Giuseppe Marino

Nella ripresa, come da copione di ogni gara amichevole, è la girandola di cambi a farla da padrone: Turi, in particolare, mischia abbondantemente le carte, dando spazio a tanti under ed anche a due elementi in prova, il terzino destro classe 1998, Cappelluccio e l’attaccante ’93 Izzo. Di contro, l’Equipe continua a calare gli assi, inserendo elementi di categoria superiore come Di Vicino e l’ex Sorrento, Improta. Nonostante il gap fisico continui ad essere evidente, la prima occasione del secondo tempo è di marca locale: Scarpa va via sulla destra e centra forte e teso, dopo un batti e ribatti la palla arriva a Gargiulo che da due passi trova uno strepitoso Despuches a dirgli di no. Al 19’ il neo entrato Maxwell sale in cattedra: il giovane coloured vede e serve nel corridoio Scarpa che arriva Scarico sul pallone e conclude tra le braccia dell’estremo difensore ospite. Un minuto dopo è ancora Despuches protagonista, miracoloso a chiudere, sequenzialmente, la saracinesca in faccia a Gargiulo prima e Scarpa poi. La risposta dell’Equipe non tarda ad arrivare: al 22’, infatti, Di Vicino saggia i riflessi di Napolitano che con un balzo felino chiude l’angolo alla sua destra. Nel finale di tempo, con le squadre nettamente allungate, lo spettacolo arriva da calcio piazzato. Inizia Scarpa, che al 25’ fa tremare il legno con una bordata da fermo da trenta metri. Ha maggiore fortuna Di Vicino al 31’: l’ex Salernitana, da posizione centrale, disegna col mancino una parabola che non lascia scampo a Napolitano. Al 37’ l’ultima occasione del match è per Scarpa: l’ex Savoia, ancora da piazzato, sfiora il montante con un pregevole destro a giro.

FC SORRENTO – EQUIPE CAMPANIA 1-3

Marcatori: 13’ Conte (E), 15’ Sibilli (E), 34’ p.t. rig Scarpa (S), 31’ s.t. Di Vicino (E)

FC SORRENTO (4-3-3): Russo (dal 1’ s.t. Napolitano); Micallo (dal 1’ s.t. Cappelluccio), Di Donna (dal 1’ s.t. Arpino), Scognamiglio, De Gregorio (dal 1’ s.t. Verdone); Temponi (dal 14’ s.t. Maxwell), Serrapica (dal 1’ s.t. De Rosa), Maisto (dal 20’ s.t. Esposito P.); Marino (dal 1’ s.t. Izzo), Fragiello (dal 1’ s.t. Gargiulo), Scarpa. All: Turi.

EQUIPE CAMPANIA (4-2-3-1): Despuches; Savarise (dal 1’ s.t. Spasiano), Schioppa, Allocca, Guerra (dal 1’ s.t. Vitiello); Catinali, Castellano (dal 1’s.t. Colella); Conte (dal 1’ s.t. Muggione), Sibilli (dal 1’s.t. Di Vicino), Muro (dal 1’s.t. Di Matteo); Esposito G (dal 1’s.t. Improta). All: Guglielmo Todisco.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!