Federico Cuomo: Siamo al 35% ma la squadra già mostra personalità

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Cuomo_massa

Sono trascorse un paio di settimane dall’inizio dei lavori al “Cerulli” di Massa Lubrense e, dopo l’amichevole tenutasi mercoledì scorso contro il Pomigliano, che ha visto i fortissimi granata di Sorianiello imporsi per 3-0 è tempo di tracciare un primo bilancio con il mister dei nerazzurri Federico Cuomo.

Nel test al “Gobbato” di Pomigliano non contava più di tanto il risultato, vista la differenza esistente a livello tecnico e di preparazione tra il Massa e i vesuviani. Per cui, cosa ti è piaciuto di più, e cosa meno del match?

“Pomigliano è stato un test utile soprattutto per vagliare la condizione atletica e la fase difensiva, che è un po’ la nota dolente della squadra e va assolutamente migliorata. Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile perché affrontavamo una squadra che parte per vincere il campionato di Serie D e con due settimane di preparazione in più sulle gambe. Nel complesso non è stata quindi una partita del tutto negativa”.

Tra le note positive, il Massa ha sempre provato a giocare a calcio, verticalizzando appena possibile. Segno che la squadra sta assimilando i tuoi dettami tattici?

“A me non piace che si butti la palla avanti senza criterio. Ho chiesto ai ragazzi di mostrare personalità e di provare sempre a giocare la sfera. A volte ci siamo riusciti bene, altre meno, ma la mentalità è quella giusta”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

A Pomigliano hai schierato un 3-5-2 con un play basso davanti alla difesa. Potrebbe essere questo il tuo schema di riferimento?

“Non ho un modulo fisso. A me piace cambiare e potranno già esserci delle varianti rispetto al 3-5-2 in base alle caratteristiche dei calciatori che andremo a prendere nei prossimi giorni sul mercato”.

Cosa serve ancora al Massa per completare l’organico a tua disposizione?

“Al Massa servono tre calciatori per essere ulteriormente competitivi: un difensore centrale, un mediano ed una punta”

In termini percentuali, a che livello credi si trovi la squadra, a due settimane dall’inizio della stagione ufficiale?

“Credo che il Massa al momento sia ad un 30-35% per preparazione atletica, livello tecnico-tattico e completezza della rosa”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!