Prima uscita stagionale: Massa Lubrense ko a Pomigliano (0-3)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

pomigliano massa

Finisce con una secca sconfitta per 3-0 la prima uscita ufficiale del Massa Lubrense di Federico Cuomo. Non si trattava però di un test probante perché troppa era la differenza tecnica tra il Pomigliano, costruito dal patron Pipola con calciatori di primissimo livello per vincere il proprio girone di Serie D, ed i nerazzurri che  stanno invece portando avanti un progetto basato su esperienza e senso di appartenenza. Mix ideale per conquistare la salvezza quanto prima e poi divertirsi.
Impari anche il livello di preparazione. Il Pomigliano è partito per il ritiro di Serino il 4 agosto, mentre il Massa Lubrense si è ritrovato al Cerulli soltanto il 10 e le gambe risultano ancora piuttosto appesantite ed imballate dai carichi dei lavoro degli ultimi giorni.
Più che il risultato era importante verificare il grado di crescita nell’ assimilazione in partita di movimenti e schemi provati quotidianamente, e la risposta è stata alquanto positiva.
Cuomo schiera il suo Massa con il 3-5-2. Fiorentino tra i pali, difeso da Malafronte, Apreda e Siniscalchi. Linea a 5 in mediana con Altieri più staccato davanti alla difesa protetto ai fianchi da Breglia e Vinaccia, mentre sugli esterni agiscono Vanacore e Perno. La coppia d’attacco è formata da Cacace e Marino.
Il Massa non si espone più di tanto, conscio della pericolosità dell’avversario, per cui preferisce concedere il pallino del gioco al Pomigliano per poi provare a colpire in ripartenza. I padroni di caso, nella prima frazione di gioco colpiscono due legni con Somma e Galizia, mentre un Fiorentino in stato di grazia allunga le sue manone dappertutto. Alza sopra la traversa un gran tiro da fuori di Galizia e si oppone a più riprese alle conclusioni di Perna, Galizia e Guadalupi. La chiave del match è nei minuti finali di un primo tempo i cui minuti di recupero si allungano all’infinito pur non essendoci state interruzioni degne di nota. È il Massa a sfiorare per primo il vantaggio con Cacace, il cui destro in diagonale su lancio in verticale di Breglia si perde di pochissimo largo alla sinistra di Vitale. Gol sbagliato gol subito recita la storica legge del calcio e Galizia approfitta di una mischia in area per prendere palla e freddare Fiorentino.
La seconda frazione, come da consuetudine nel calcio d’agosto, è condizionata da tante sostituzioni per dare minutaggio a tutti gli effettivi. Per il Massa entrano Stinga, Volpe, Rizzo, Fiore, Izzo, D’Auria, Valestra, Fiorentino e Apreda. Ci provano Breglia, direttamente da corner, e Rizzo su punizione a riaprire la gara ma senza esito. Lo stesso attaccante ex Primavera dell’Avellino recrimina per un rigore non concesso dall’arbitro per presunto fallo del portiere vesuviano dopo essere stato abilmente aggirato. Il Pomigliano fa poi valere il superiore tasso tecnico ed in 5 minuti chiude il match con una doppietta di Prisco.
In attesa di test più alla portata da ufficializzare nei prossimi giorni, il Massa riprenderà i lavori domani al “Cerulli” per la consueta seduta pomeridiana.

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!