Basket, Coach Vincenzo Golini alla guida dell’U20 femminile della Salerno Basket 92′

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

buona sito fortitudoL’anno scorso era alla guida delle rappresentative giovanili U19 ed U17 della Fortitudo Basket Sorrento portandole a conseguire degli ottimi risultati come iltitolo di campioni regionali silver per gli U17 e le final four gold per l’U19. Quest’anno, invece, Vincenzo Golini, siederà sulla panchina della rappresentativa U20 femminile della Salerno Basket 92′. Una sfida importante che, dopo quella alla Fortitudo, vede il coach casertano impegnato a 360°nel ruolo di head coach ma anche di direttore tecnico che lo porterà a gestire non solo la squadra cardine del settore giovanile della società salernitana, ma anche vari progetti per l’avviamento al basket per le bambine che si avvicinano per la prima volta al mondo della palla a spicchi, in un lavoro sinergico con il settore minibasket. Si arricchisce così il palmares del coach originario di Piedimonte Matese transitato per la costiera sorrentina, che oltre ai successi con le giovanili della Fortitudo può anche annoverare esperienze importanti nel basket femminile con esperienze in A2 e B. A margine della decisione della società di Salerno di affidargli la panchina dell’U20, Golini ha voluto rilasciare due parole che rivelano grande entusiasmo verso un progetto importante e stuzzicante: “Sono molto motivato per questa nuova avventura – dichiara Golini– L’obiettivo è quello di far crescere le ragazze per poi renderle pronte in ottica prima squadra, visto che la società predilige la linea verde. Ci affideremo a quelle già presenti in società, magari con qualche nuovo innesto, ma soprattutto dovremo costruire in casa le atlete del domani. Ecco perché ci attiveremo per una leva importante, che possa potenziare il settore giovanile di Salerno e portare la società sempre più in alto. Perché no, magari ottenendo anche risultati: ci confronteremo con società di livello e che hanno investito tanto, siamo pronti e non vediamo l’ora di iniziare gli allenamenti”. Ora che il coach ha trovato squadra altrove, è automatica la domanda relativa achi siederà, la prossima stagione sulla panchina della Fortitudo, un profilo giovane dinamico?? Una soluzione interna? O si punterà ancora su un uomo di esperienza, magari non istrionico come Golini, che possa dare una certa impronta alle formazioni costiere?? Chi vivrà vedrà.

Francesco Vazza

 

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!