Presentazione FC Sorrento, Negri: “Società ed idee sono uniche. Grazie a Sagristani per l’ok allo spostamento del titolo”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Alberto Negri

Alberto Negri

La società è unica ed ha idee uniche”. Esordisce così Alberto Negri al fianco di Franco Giglio durante la conferenza stampa di presentazione del Football Club Sorrento.

Il massimo dirigente santanellese è stato tra i fautori della nascita della nuova realtà sorrentina, mettendo a disposizione la matricola del Football Club S.Agnello per dare basi solide e concrete all’ambizioso progetto dell’imprenditore alberghiero, già al suo fianco nell’ultimo campionato di Eccellenza: “A tal proposito – sottolinea Negri, – è doveroso ringraziare anche il sindaco di Sant’Agnello, Piergiorgio Sagristani. Senza il suo ok, il titolo sportivo non si sarebbe mai spostato. Inoltre, va applaudito anche per aver creduto fortemente nei lavori di restyling dello stadio di Viale dei pini: tra poche settimane, infatti, avremo un impianto all’avanguardia dove svolgere le nostre attività giovanili. Per quest’anno il vivaio continuerà a vestire i colori biancoazzurri del Sant’Agnello. La situazione della Juniores, invece, resta in stand – by: stiamo riscontrando, infatti, alcuni problemi per l’utilizzo dello stadio “Italia” per la nostra seconda squadra. Qualora questi vengano risolti e si giochi a Sorrento, i giovani che scenderanno in campo vestiranno il rossonero come la prima squadra; al contrario, a Sant’Agnello saranno il bianco e l’azzurro i colori sociali”.

Solleticato da alcuni dei tifosi presenti, Negri chiarisce poi la situazione relativa al ricorso presentato all’Alta Corte del CONI avverso l’esclusione dalla graduatoria dei ripescaggi in serie D: “Pensiamo di aver subito una grave ingiustizia. Noi abbiamo rispettato in pieno il regolamento della nostra lega di appartenenza, ovvero il comitato campano della FIGC, ma la Lega Nazionale Dilettanti ha un impianto normativo diverso. Nel passato, basandoci proprio sui dettami della FIGC Campania, abbiamo perseguito un progetto di valorizzazione del settore giovanile e della disciplina di tutta la società che, qualora non fossimo stati esclusi, ci avrebbe portati al vertice della graduatoria per il ripescaggio. Siamo, quindi, convinti delle nostra idea e, attraverso i nostri legami, fiduciosi che le nostre ragioni vengano accettate”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!